UP&DOWN – Atoms For Peace, Tony Cairoli, Spotted Unipd, i negozi Sisley e Benetton di Este, l’Inter e i cardinali omertosi del Conclave

0
159

CHI SALE (Up!)

freccia su

Atoms For Peace: gli Atoms For Peace sono un supergruppo di rock sperimentale ed elettronica formatosi nel 2009 a Los Angeles. Il gruppo è composto dal cantante dei Radiohead Thom Yorke (voce, chitarra e piano), da Flea (bassista dei Red Hot Chili Peppers), dal produttore storico dei Radiohead Nigel Godrich (tastiere, synth), da Joey Waronker (ex batterista dei R.E.M.) e da Mauro Refosco, percussionista brasiliano, collaboratore di Brian Eno. Il loro album di debutto, “Amok”, uscito il 25 Febbraio 2013, sta riscuotendo un successo enorme, grazie ai singoli “Default”, “Judge, Jury And Executioner” e “Ingenue”.

Antonio “Tony” Cairoli: il 6 volte campione del mondo di motocross (2 titoli nella categoria MX2 nel 2005 e nel 2007, e 4 vittorie consecutive nella categoria regina MX1 dal 2009 al 2012) ha dominato il Gran Premio di Thailandia, seconda prova del Campionato mondiale categoria MX1, riguadagnando la “tabella rossa”, simbolo del leader della classifica mondiale. L’italiano, in sella alla sua KTM n°222, ha vinto entrambe le manche, sia quella riservata alla MX1 sia la Superfinale mista MX1-MX2, riscavalcando nella graduatoria il belga Clement Desalle, diretto concorrente per la conquista de titolo. Un fine settimana da urlo, ai quali il folletto siciliano ci ha abituato nell’ultimo lustro.

Spotted Unipd: la pagina Facebook “Spotted Unipd” registra ormai un vero e proprio boom. Sulla scia delle pagine gemelle “Spotted” sbocciate in tutto il mondo, anche l’Università di Padova può vantare il proprio contenitore di messaggini cerca persone. La descrizione recita appunto: “Se hai avvistato qualcuno all’università (in biblioteca, a lezione, ecc.) ma non hai trovato il modo per approcciare, mandaci un messaggio e noi lo posteremo in maniera del tutto anonima!”. Sulla bacheca appaiono infatti centinaia messaggi di universitari patavini- la cui identità rimane rigorosamente anonima – in cerca della propria anima gemella, avvistata in biblioteca, a lezione, in mensa, sul treno. Ah, l’amore!

CHI SCENDE (Down!)

freccia giù

Negozi Sisley e Benetton di Este: altri due negozi salutano Este e chiudono i battenti. Questa volta si tratta di due pezzi grossi del mercato dell’abbigliamento: stiamo infatti parlando dei negozi Sisley e Benetton, in pieno centro, lungo via Principe Umberto. La crisi non risparmia nessuno, nemmeno due colossi del “Made in Veneto”.

F.C. Inter: risulta difficile credere che questa squadra solo 3 anni fa realizzasse lo storico “Triplete”, ovvero la vittoria nella stessa annata di campionato, Coppa Italia e Champion’s League. Sembra impossibile, ma tant’è. Non bastava il collasso europeo, in trasferta, contro gli inglesi del Tottenham; i nerazzurri di Andrea Stramaccioni crollano in casa anche contro il Bologna, che espugna meritatamente San Siro grazie al bel gol di Gilardino. Un’altra stagione da dimenticare. Sul banco degli imputati il presidente Moratti, reo di non aver cacciato a tempo debito i propri uomini di mercato, tra cui Marco Branca, responsabile del settore tecnico, l’allenatore Stramaccioni e i giocatori, molti dei quali “non sono da Inter”.

Cardinali del Conclave: il servizio andato in onda ieri sera da “Le Iene”, su Italia 1, ha dell’incredibile. Il pezzo affrontava il delicato argomento della pedofilia clericale. In particolare, si narrava la vicenda del prete ligure don Nello Giraudo, accusato molte volte di pedofilia, i cui problemi erano a conoscenza della Chiesa di Roma e dello stesso Benedetto XVI, senza però mai essere allontanato dalla diocesi di Savona, rimanendo anzi a contatto con giovani e bambini. La Iena Pablo Trincia si è quindi recato a Roma, tentando di intervistare i cardinali giunti per l’imminente Conclave riguardo alla possibile esclusione del loro pari grado, il cardinale Domenico Calcagno, reo di aver contribuito ad insabbiare i fatti in cui era implicato don Nello Giraudo, e che parteciperà all’elezione del futuro Papa. Risultato? Un silenzio assoluto. Un’omertà non dissimile da quella mafiosa. Addirittura una risata di scherno. Se sono questi gli uomini che dovranno guidare la Chiesa, non ci resta che piangere.

Giacomo Visentin