mercoledì 24 Luglio 2019
Home Territorio Bassa Padovana I profughi restano a Vighizzolo

I profughi restano a Vighizzolo

Martedì la Giunta e parte del Consiglio comunale hanno incontrato il prefetto: ottenute alcune garanzie, ma l'accoglienza non verrà sospesa

VIGHIZZOLO D’ESTE. Maggiori controlli delle forze dell’ordine e l’impegno a non aprire ulteriori centri di accoglienza in paese, ma i 13 richiedenti asilo arrivati la scorsa settimana rimarranno dove sono. È questo l’esito dell’incontro di martedì pomeriggio tra la delegazione del Comune di Vighizzolo (che comprendeva la Giunta ma anche parte del Consiglio, compreso il capogruppo di minoranza Claudio Paluan) e il prefetto di Padova Renato Franceschelli. «Ci è stata manifestata la disponibilità a collaborare per creare meno disagio possibile alla popolazione, ma purtroppo le istanze da noi riportate non hanno avuto risposta favorevole» afferma il sindaco Andrea Vanni. «Ci hanno confermato che i richiedenti asilo hanno piena legittimità ad alloggiare nella struttura in cui si trovano e hanno superato tutte le verifiche igienico-sanitarie».

Vighizzolo ha però ottenuto anche alcune garanzie: «Il prefetto ci ha assicurato la massima collaborazione nel mettere a disposizione le forze dell’ordine per tutelare la sicurezza dei nostri cittadini e si è impegnato a non aprire nuovi centri di accoglienza» spiega Vanni. «Noi, comunque, abbiamo espresso tutto il nostri dissenso nell’accettare questa imposizione». I profughi sono ospitati in una casa privata e gestiti da una cooperativa. La decisione della Prefettura aveva subito scatenato in paese una forte opposizione: era stata promossa una raccolta firme e il Consiglio comunale aveva approvato una delibera per chiedere la sospensione del progetto. Lunedì pomeriggio il faccia a faccia in Prefettura. «Ora valuteremo se intraprendere altre iniziative» chiude il sindaco. «Di certo continueremo a eseguire controlli sull’edificio per quanto di nostra competenza e ci tuteleremo dal punto di vista legale».

Lascia un commento

Davide Permunian
Davide Permunian
Vicentino di nascita, atestino di adozione. Classe 1993, ho collaborato a diversi progetti giornalistici. Allenatore di pallacanestro, amo i paesaggi e i libri. Mi piace raccontare storie e scrivere poesie.
- Advertisment -

Da leggere

Incidente con cinghiale, come ottenere il risarcimento dei danni

Capita sempre più frequentemente di trovare dei cinghiali sulle strade del bacino dei Colli Euganei. La presenza di questi animali selvatici all’interno della carreggiata,...
bar-footer
bar-footer