domenica 24 Marzo 2019
Home Territorio Bassa Padovana Montagnana, l'evento "Ricerchiamoci" veste le mura di solidarietà (FOTO)

Montagnana, l’evento “Ricerchiamoci” veste le mura di solidarietà (FOTO)

La merenda solidale, organizzata da "Tutti per Chiara", aveva come scopo la raccolta fondi per portare avanti gli studi di Chiara Gemmo, giovane ricercatrice scomparsa nel 2016

MONTAGNANA. Si è svolta martedì pomeriggio la merenda solidale di “Ricerchiamoci“, evento promosso dall’associazione Tutti per Chiara, nata nel 2016 dopo la scomparsa in Bolivia della studentessa Chiara Gemmo. In piazzetta San Francesco è stato allestito un ricco buffet di prodotti tipici natalizi e bevande calde, incorniciato dalla mostra dei presepi realizzati dalle associazioni di volontariato e allestiti in casette di legno. Per i più piccoli è stata predisposta anche una zona ricreativa e un piccolo recinto di animali da cortile. Scopo della serata era raccogliere fondi a sostegno della ricerca per le malattie rare, studi che la giovane ricercatrice stava compiendo con l’Università di Ferrara e che famigliari, amici e conoscenti hanno deciso di portare avanti in sua memoria.

Durante la serata era possibile acquistare morbidi plaid personalizzati con il logo dell’ente no profit e inoltre è stato promosso il tesseramento all’interno dell’associazione stessa, poiché «solo grazie alle persone è possibile organizzare eventi e promuovere una forte partecipazione». Gli organizzatori hanno saputo unire lo spirito conviviale natalizio al sostegno per la ricerca scientifica, e la serata ha visto l’adesione di numerosi cittadini e famiglie. Questo è stato il secondo evento organizzato, nel luglio scorso infatti si è svolta l’edizione zero di “Calici sotto le mura” che prevedeva un connubio di stand gastronomici, degustazioni di birre locali e vini ricercati, sempre a scopo benefico.

Lascia un commento

Giorgia Miotto
Giorgia Miotto
Studentessa di Lettere moderne, con l’ambizione di vivere un futuro di pagine scritte e ultime notizie. Sono sensibile quanto determinata, non potrei mai spostarmi senza il mio Ipod e mi piace l’idea di cucinare qualcosa per gli altri, anche se con risultati spesso artistici. I miei momenti da un treno all'altro li passo osservando le persone e immaginando le loro storie.
- Advertisment -

Da leggere

Bazzarello: «Mi candido a sindaco per ripristinare il dialogo con la...

TRIBANO. Roberto Bazzarello, 33 anni, è un giovane imprenditore del territorio, che divide la propria attività professionale tra il negozio di bici di proprietà familiare...
bar-footer
bar-footer