lunedì 25 Marzo 2019
Home Territorio Bassa Padovana Mode, l'app di Confesercenti per il commercio locale. Fase sperimentale a Este

Mode, l’app di Confesercenti per il commercio locale. Fase sperimentale a Este

Presentata da Confesercenti e disponibile da oggi per Apple e Android, segnala in tempo reale promozioni su misura quando l'utente passa vicino a un negozio d'interesse

ESTE. Si chiama Mode ed è un’app destinata a portare un’ondata di digitalizzazione nel commercio locale. Presentata da Confesercenti Padova e disponibile da oggi per il download su App Store e Google Play Store, Mode non solo permette di acquistare online, ma rileva anche eventuali promozioni su misura quando l’utente passa accanto a un negozio d’interesse. Lo strumento, attualmente unico nel panorama nazionale, sfrutta la profilazione degli utenti per personalizzare vendite, promozioni e strategie di marketing e quindi tornare utile sia ai commercianti che ai clienti.

Sono tre le principali funzioni di Mode: e-commerce, data analysis e proximity marketing. L’e-commerce consente di sfogliare le offerte online e di comprare direttamente sul web. Per il momento il prodotto acquistato non viene consegnato a domicilio, bensì deve essere ritirato in negozio. La data analysis, ovvero l’analisi dei dati, serve a inquadrare i clienti. Man mano che viene utilizzata, Mode crea un profilo dell’utente, in modo da proporgli di volta in volta esattamente ciò che può essere di suo gusto o interesse. Per esempio, se negli ultimi giorni l’utente ha cercato un certo modello di scarpe, l’app tenderà a proporre offerte simili per quel genere di calzature.

La terza funzione, quella basata sul proximity marketing, è la più innovativa: ogni commerciante aderente sarà dotato di un sensore, che viene rilevato dagli smartphone di chi ha scaricato Mode. Quando l’utente si troverà nei pressi del negozio, qualora il bluetooth fosse acceso e nella vetrina – reale e virtuale – ci fosse qualcosa di attinente alle ultime ricerche, questo verrà avvertito in tempo reale della prossimità del punto vendita. La prima fase del progetto durerà un anno e sarà sperimentata proprio a Este, dove dal 2009 è attivo uno dei più virtuosi “distretti del commercio” avviati da Confesercenti per creare reti tra le imprese del centro storico.

Gli esercenti atestini aderenti sono già 53, e comprendono varie categorie merceologiche: dal fioraio al fruttivendolo, dal negozio di abbigliamento alla pelletteria. L’adesione è libera per tutti e completamente gratuita per i primi 100 aderenti. A partire dal 2018 tutti i commercianti potranno acquistare il “pacchetto”, anche fuori Este, a 249 euro all’anno.

Lascia un commento

Giacomo Visentin
Giacomo Visentin
Classe 1992, ho in tasca due lauree, un Erasmus in Portogallo e diverse collaborazioni nel settore della comunicazione, da Cafè Tv 24 al Corriere del Veneto. La mia esperienza più bella rimane Estensione, che ho fondato nel novembre 2012 e di cui sono tuttora direttore editoriale. La politica, i media e lo sport le mie passioni più grandi.
- Advertisment -

Da leggere

Bazzarello: «Mi candido a sindaco per ripristinare il dialogo con la...

TRIBANO. Roberto Bazzarello, 33 anni, è un giovane imprenditore del territorio, che divide la propria attività professionale tra il negozio di bici di proprietà familiare...
bar-footer
bar-footer