ATTUALITA’ – Diciamo no alla sclerosi: noi siamo con AISM!

0
142

AISMlogo_CMYK

L’AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, è un’organizzazione che da ormai quarant’anni opera sul territorio italiano per finanziare e promuovere la ricerca scientifica sulla malattia, rappresentare ed affermare i diritti delle persone affette da SM ed erogare servizi a livello nazionale e locale.

La sclerosi multipla, malattia a decorso cronico della mielina, sostanza bianca del sistema nervoso centrale,  conta 450.000 casi in Europa, e circa 65.000 in Italia. Questa può manifestarsi a qualunque età, ma è maggiormente diagnosticata ad individui tra i 20 e i 40 anni, specialmente nelle donne, e le cause sono ancora in parte sconosciute al mondo della ricerca.

I vari studi hanno però permesso di arrivare ad una diagnosi e ad un trattamento precoce che permettono alle persone affette da SM di mantenere una buona qualità di vita per molti anni.

L’associazione, che è una ONLUS, e della quale presidente onorario fino allo scorso anno fu Rita Levi Montalcini, è attiva sul territorio con oltre 10.000 volontari i quali avviano iniziative di raccolta fondi atti proprio a sostenere le ricerche scientifiche. Gli eventi di cui l’AISM si occupa sono “Una Mela per la vita”, storica proposta, svolta in ottobre, che favorisce uno dei progetti più importanti dell’organizzazione stessa, quale “Giovani oltre la Sclerosi Multipla”, che racchiude esercizi di informazione ed occupazioni svolte per sostenere i ragazzi malati nei diversi aspetti di quotidianità lavorativa, sociale e familiare.

“La settimana internazionale della SM” è invece il maggiore evento informativo sulla sclerosi, che, svolgendosi durante il mese di maggio, propone convegni e manifestazioni regolati dalle Sezioni Operative e affronta una sensibilizzazione che si rivolge soprattutto ai mass media.

L’ultimo momento, dedicato alle donne, è quello svoltosi giusto la settimana scorsa nelle maggiori piazze d’Italia, “La Gardenia dell’AISM”: il weekend dell’8 marzo ha visto il Paese riempirsi di 2.100 piante, offerte dai vari collaboratori in cambio di un’esigua donazione di 13 euro.

La figura del volontario di questa associazione riveste un ruolo molto importante: oltre ad agire in prima linea nel corso delle diverse attività, affianca le persone nella vita quotidiana, ma può anche diventare “Ambasciatore” partecipando a varie iniziative per rivendicare i diritti di tutti i malati di SM. Per diventare tale si segue un percorso di formazione all’Accademia AISM, formata da professionisti nel settore i quali offrono ai giovani volenterosi un cammino associativo.

Domenica 17, presso l‘aula magna dell’ex collegio Vescovile, alle ore 17, si terrà un concerto lirico per la raccolta fondi dell’associazione, e questo sarà organizzato insieme all’Avis, in vista anche di una possibile creazione di un centro ascolto. Noi di Estensione ci saremo, e voi?

Ilenia Sanna