giovedì 21 Novembre 2019
Home Sport Basket SPORT – Basket Redentore: Roncaglia re del campionato, piegato l'Este nel finale

SPORT – Basket Redentore: Roncaglia re del campionato, piegato l’Este nel finale

redentore_mattia_ianno-e1353315784718Ci hanno provato eccome gli uomini di coach Limena, sostenuti con calore ed entusiasmo dal numeroso pubblico del PalaRedentore, e a tratti nell’ultimo quarto hanno anche dato la sensazione di potercela fare a portare a casa la vittoria. Alla fine però il risultato ha premiato il Roncaglia, squadra solida e dotata di buone individualità, che ha dimostrato di essere probabilmente un gradino sopra rispetto a tutte le altre contendenti del campionato provinciale di Promozione maschile. Ora il Tessari si ritrova di nuovo solo in vetta alla classifica e ha tutte le carte in regola per tentare la fuga decisiva verso il passaggio di categoria. Il Redentore resta tra le grandi del torneo, ma in casa biancorossa la sconfitta lascia l’amaro in bocca perché gli Atestini ci hanno creduto davvero fino all’ultimo e sono rimasti in partita anche quando le cose si stavano mettendo male. Vincere contro il Roncaglia avrebbe significato moltissimo, per la classifica e soprattutto per il morale. Ma anche lo sport, come la vita, a volte sa essere crudele.

Prima dell’inizio coach Limena fa le ultime raccomandazioni ai suoi, mentre il presidente Trimarchi si accomoda in panchina per sostenere direttamente i giocatori atestini. L’Este parte con Donato in cabina di regia, Alessandro Franchin e Scarambone come ali, Ianno e Zarantonello sotto le plance. Gli ospiti partono bene e mettono a segno un parziale di 6-0, il Redentore arranca e non riesce a trovare buone soluzioni offensive. Ianno regala al Roncaglia un comodo contropiede concluso con una schiacciata, mentre Donato spende in un amen il secondo fallo e viene richiamato in panchina. Con Picelli in campo le Furie Rosse sembrano finalmente trovare un po’ di ordine nella manovra offensiva. Scarambone trova ripetutamente il bersaglio, poi Alessandro Franchin colpisce da tre in transizione e regala il primo vantaggio ai biancorossi (8-6). La gara rimane molto equilibrata, ma un errore dei padroni di casa consente al Tessari di chiudere in vantaggio la prima frazione di gioco: alla sirena è 16-17.

L’avvio del secondo quarto è sportivamente drammatico per le Furie Rosse, che incassano subito un secco 5-0 e faticano tantissimo a replicare. Il Roncaglia se ne accorge e ne approfitta, grazie a un’ottima precisione al tiro e al solido muro eretto in difesa. Tocca allora a Nicola Franchin suonare la carica biancorossa con una gran tripla, prima che Ianno scriva -3 appoggiando a canestro al termine di una galoppata solitaria. Ma il Redentore ha superato il numero di falli consentito e ciò consente agli avversari di avere a disposizione diversi tiri liberi: gli ospiti ringraziano e si portano sul 28-34 con cui le due squadre vanno al riposo lungo. Coach Limena pensieroso precede i suoi negli spogliatoi, e la sensazione è che di cose da dire ne abbia parecchie. Perché il primo che non vuole perdere questa partita è proprio lui.

Il terzo quarto comincia esattamente come i due precedenti: il Roncaglia a tutto motore, l’Este in confusione. I padroni di casa cercano di limitare le sfuriate del Tessari passando alla difesa a zona, che in effetti dà i frutti sperati. Zarantonello, da vero capitano, cattura un rimbalzo dopo l’altro e consente ai compagni di restare in gara: al 4’ è 31-39. Donato recupera palla, si incunea nella difesa avversaria, va a bersaglio, subisce fallo e realizza anche il libero aggiuntivo: è un’azione da applausi per la caparbietà e la grinta dimostrate dal giovane play atestino, che viene intensamente acclamato sugli spalti. Ma gli ospiti non si fanno intimorire e rispondono subito con 5 punti consecutivi che restituiscono loro la doppia cifra di margine. I liberi di Scarambone fissano il punteggio sul 39-47. Il Redentore è in difficoltà, ma è ancora vivo. E negli ultimi 10’ può accadere di tutto.

Se le Furie Rosse vogliono provare a raggiungere un risultato positivo, devono cambiare marcia. Soprattutto occorre partire con il piede giusto, prendere in mano le redini del match e girare l’inerzia dalla parte giusta. E proprio questo è quello che succede nei primi scampoli del quarto conclusivo: il Tessari si affloscia, forse convinto di avere già la vittoria in tasca, e gli Atestini si lanciano all’arrembaggio. La bomba di Alessandro Franchin fa salire la temperatura all’interno del palazzetto e dà l’incredibile -3. La doccia fredda però è immediata, perché gli ospiti tornano a distanza e replicano colpo su colpo ai tentativi di avvicinamento degli Atestini. Il finale è al cardiopalma: Zarantonello firma la parità (56-56) a 1’ 30” dal termine, poi Picelli porta in vantaggio i suoi con due tiri liberi. Sembra fatta, o quasi. Invece arrivano una folle tripla del Roncaglia e l’altrettanto folle possesso buttato al vento da Ianno. Il Tessari va in attacco e fa 1/2 dalla lunetta. Mancano 14” alla sirena e gli ospiti sono avanti. Il Redentore è padrone del proprio destino: se vuole vincere o quantomeno portare la partita ai supplementari deve segnare, altrimenti è sconfitta. La palla scotta tantissimo tra le mani di Picelli, che tenta di infilarsi tra due avversari ma non ha fortuna, e non trova neanche il fischio arbitrale. Il Roncaglia va di nuovo in lunetta e chiude definitivamente la pratica: finisce 58-61.

POST PARTITA. Non ci sono sorrisi, non ce ne possono essere quando una squadra perde in casa contro la diretta rivale per la leadership del campionato, al termine di una dura battaglia sportiva che poteva avere anche un esito diverso. Ma Mirco Battistella, dirigente della Pallacanestro Redentore, sceglie di prenderla con filosofia: “Il Roncaglia ha mostrato di possedere qualche cosa in più rispetto a noi. Dopo un primo quarto di studio, la gara è entrata nel vivo e nessuna squadra si e risparmiata. Abbiamo commesso qualche errore di troppo sotto canestro e in fase difensiva, ma la reazione di tutto il gruppo nell’ultimo quarto è stata ottima e ha rimesso in discussione il risultato. Purtroppo alcune ingenuità hanno restituito il pallino in mano al Roncaglia. Onore ai vincitori, abbiamo comunque dimostrato di essere all’altezza della situazione e questo fa ben sperare in ottica play off”. Prossimo impegno per le Furie Rosse venerdì prossimo a Selvazzano, dove gli uomini di coach Limena tenteranno a tutti i costi di riprendere la marcia e riscattare l’ultimo ko.

Davide Permunian

Lascia un commento

Estensione
Estensione
Il laboratorio giovanile di informazione, formazione e azione della Bassa Padovana.

RESTA CONNESSO

13,359FansMi piace
1,894FollowerSegui

RICERCA ARTICOLI

  • Categorie

  • Autori