SPORT – Basket Redentore: prova di forza della Promozione maschile, battuta la Virtus Cave

0
142

Immagine

Le Furie Rosse non si fermano più. Nel Friday night della palestra del Patronato Redentore la formazione allenata da coach Silvio Limena conferma quanto di buono aveva dimostrato nelle precedenti uscite superando la Virtus Cave con grande autorità e pieno merito. Ortoman e compagni tengono le redini della gara dall’inizio alla fine, ma riescono a produrre lo strappo decisivo solo nell’ultimo quarto, alzando un muro invalicabile in difesa e trovando buoni canestri in attacco. Gli ospiti, autori di una prova encomiabile per l’energia e l’impegno profusi, escono dal campo con onore e possono guardare con fiducia ai prossimi incontri.

Al 2’ del secondo quarto i padroni di casa sono avanti 18-9 e l’inerzia della partita sembra pendere decisamente dalla loro  parte. Ma la Virtus mette subito in chiaro che non ci sta a fare la vittima sacrificale e rientra sul -4. Donato è un fulmine, ruba palla, vola in contropiede e viene trattenuto in modo plateale da un avversario: gli arbitri fischiano fallo antisportivo, due tiri liberi e possesso nelle mani del Redentore. La sfida non è spettacolare, ma intensa e molto fisica: i giocatori non si tirano indietro nei contatti e lottano con grande furore agonistico. Ianno penetra attirando su di sé tutta la difesa avversaria, poi scarica per Picelli che dalla distanza non perdona. Si va all’intervallo con gli uomini di coach Limena in vantaggio 26-23 e la sensazione che alla ripresa assisteremo a una vera e propria battaglia sportiva aperta a qualsiasi scenario.

In effetti al rientro in campo la gara sembra prendere un’altra direzione perché la Virtus mette la testa davanti grazie a due tiri liberi. Il Redentore non riesce a far circolare bene la palla e pare a corto di idee, ma ci pensa una tripla di Alessandro Franchin a togliere le castagne dal fuoco. Le Furie Rosse sprecano qualche buona occasione per tentare la fuga e gli ospiti continuano caparbiamente a inseguire. Il numero 4 padovano è un’autentica spina nel fianco per la difesa dei padroni di casa e consente ai compagni di restare in partita nonostante i canestri di Ortoman. L’ultimo possesso del terzo quarto viene gestito dagli Estensi e Pasqualotto trova il bersaglio allo scadere fissando il punteggio sul 38-33.

Ultimi e decisivi 10’ di gioco. Il Redentore sa che deve chiudere i conti con gli avversari e per farlo deve accelerare i ritmi. Zarantonello è una piovra e cattura tutti i rimbalzi, Pasqualotto realizza in entrata e Alessandro Franchin colpisce implacabile dall’arco: le Furie Rosse scappano sul 45-35, gestiscono il margine accumulato e incrementano con la bomba di Donato. Il finale a questo punto sembra scritto, ma la Virtus ci mette il cuore e accorcia fino al -9. Coach Limena vuole evitare possibili sorprese e chiama time-out guardando negli occhi i propri giocatori e predicando calma. Le parole del tecnico estense sortiscono l’effetto sperato: il Redentore amministra in tranquillità fino alla sirena e vince 56-47.

Altri risultati

Under 19 maschile: Pallacanestro Olimpia-Redentore Este 59-42

Under 17 maschile silver: Redentore Este-CFS Rovigo 30-76

Under 14 maschile: Redentore Este-B. Badia 120-39

Under 13 maschile: Redentore Este-Albignasego 49-40

Davide Permunian