SPORT – Basket Redentore: harakiri Promozione, il S. Martino espugna Este

0
127

redentore_mattia_ianno-e1353315784718Dopo aver sofferto nei primi 20’, il Redentore prende le redini della partita e  la controlla fino all’ultimo minuto di gioco, ma poi fa harakiri e consegna la vittoria nelle mani del S. Martino. Gli uomini di coach Limena, autori di una prestazione tutt’altro che entusiasmante, pagano caro il calo di concentrazione finale e perdono una gara che pensavano di aver già messo in cassaforte, contro un avversario non irresistibile. La qualificazione ai playoff è praticamente certa, ma è importante arrivarci con una squadra in salute e in questo periodo le Furie Rosse non lo sono.

Al PalaRedentore i padroni di casa, come troppe volte accaduto negli ultimi tempi, si rendono protagonisti di una partenza lenta e svogliata. Gli ospiti se ne accorgono e sopperiscono alla netta inferiorità sul piano tecnico con tanta grinta e tanto dinamismo. Capitan Zarantonello e Zanetti provano a suonare la sveglia, ma gli Atestini sprecano tantissimo in attacco, dove Pasqualotto non riesce a garantire la solita efficacia. A metà del secondo quarto il tabellone segna 17-23 e parecchie rughe solcano la fronte di coach Limena: la sua squadra non sta funzionando come vorrebbe. Gli ospiti tirano con una discreta precisione e chiudono i primi due quarti in vantaggio 23-29.

Non sembra essere serata per il Redentore: Ianno regala stoppate a ripetizione ma non convince in fase offensiva, Alessandro Franchin non riesce a trovare il bersaglio da tre e la palla spesso sfugge dalle mani dei biancorossi nei momenti decisivi. In più Zarantonello è finito in Pronto Soccorso dopo un contatto con un avversario. Ma ecco che l’inerzia della gara improvvisamente cambia: Ortoman realizza una tripla, Ianno lo imita e Pasqualotto da due trova il canestro del sorpasso. Il S. Martino ha il grande merito di non mollare e di bloccare sul nascere qualsiasi tentativo di allungo dei padroni di casa. A 58” dalla sirena finale l’Este è avanti 52-48. Basterebbe solo gestire con calma e giocare con il cronometro. Invece no, arrivano delle ingenuità che costano la vittoria. Ianno manda in lunetta il lungo avversario, che fa 2/2. Nell’azione successiva il Redentore non riesce a siglare il canestro della sicurezza, gli ospiti tornano in attacco e pescano dal cilindro la bomba del 52-53. Ci sarebbe ancora il tempo, per le Furie Rosse, di tentare una sortita, ma Donato si addormenta e il S. Martino ringrazia, completando l’impresa.

NOTA. Lo staff sanitario della Pallacanestro Redentore comunica che il capitano Matteo Zarantonello ha riportato una lussazione dell’indice della mano sinistra. Il giocatore, che ha ricevuto le prime cure subito dopo l’infortunio, è stato sottoposto a ulteriori accertamenti che hanno escluso lesioni di altro tipo.  Ne avrà per una ventina di giorni. A lui vanno i migliori auguri di pronta guarigione da parte della redazione sportiva di Estensione.

Davide Permunian