SPORT – Basket Redentore: Este, è semifinale! Ora la Piovese

0
145

pssr-03Il Redentore maschile approda alle semifinali playoff del campionato di Promozione battendo il coriaceo Albignasego in gara 3. Si trattava di un traguardo tutt’altro che scontato vista la grande esperienza dei Padovani, forti anche di una palese superiorità fisica sotto canestro e in possesso di un discreto bagaglio tecnico. Gli Atestini, provenienti da un girone di ritorno poco brillante, hanno sofferto molto nella prima sfida della serie, ma nei due match successivi sono stati in grado di recuperare tranquillità e compattezza, guadagnando con pieno merito il passaggio del turno. Decisivo venerdì sera è stato un eccellente ultimo quarto, nel quale hanno chiuso di fatto i giochi con un parziale di 17-4. Ad attendere le Furie Rosse ora c’è la seconda classificata della stagione regolare, la temibile Piovese. Si gioca già mercoledì sera a Piove di Sacco.

Al PalaRedentore nonostante la pioggia c’è il pubblico delle grandi occasioni e trovare un posto per sedersi è un’impresa. Coach Limena deve rinunciare a Ortoman (problemi alla caviglia) e schiera in quintetto Pasqualotto non in perfette condizioni fisiche. Eppure è proprio quest’ultimo il protagonista dell’avvio, capace di siglare due dei tre canestri che scrivono 6-0 dopo una manciata di minuti. L’Albignasego finalmente si sveglia e blocca sul nascere il primo tentativo di allungo degli Atestini, che comunque concludono il primo quarto sul 13-11. Da segnalare il fair play di capitan Zarantonello, che ammette di aver toccato la palla per ultimo e fa correggere la rimessa, inizialmente assegnata ai padroni di casa. A lui gli applausi unanimi del pubblico, per un gesto che troppe poche volte si vede sui terreni di gioco. Il Redentore passa alla zona, ma fatica a trovare punti. Gli avversari si affidano alle iniziative di Bellucco, che con tre bombe consecutive porta i suoi al 20-26 dell’intervallo.

La posta in gioco è alta, e in campo sono scintille tra alcuni giocatori. Gli arbitri, seppur non impeccabili in alcune occasioni, tengono sotto controllo la partita con buona personalità, fermano il gioco e invitano entrambe le squadre alla calma. L’Este riparte forte, deciso a far sua la gara. Alessandro Franchin, Zarantonello e Donato fanno 32-26, gli ospiti sopravvivono grazie al solo Bellucco, anima, cervello e muscoli dei suoi: al 30’ è 36-34. Inizia l’ultimo quarto e ogni palla comincia a scottare tremendamente nelle mani dei giocatori, da una parte e dall’altra. Le Furie Rosse ci credono, aumentano il ritmo e alzano un muro invalicabile in difesa. Una tripla di Alessandro Franchin in transizione incendia il Palazzo e dà il massimo vantaggio ai biancorossi: 45-34 a 5’ dalla sirena e time out in campo. Coach Limena non si fida dell’Albignasego e avverte i suoi: “E’ ancora lunghissima”. Ma l’Este non si distrae e gestisce con serenità gli ultimi scampoli di partita, volando sul +15. Termina 53-38, con la curva atestina impazzita a tributare una vera e propria standing ovation ai propri giocatori.

Davide Permunian