martedì 22 Ottobre 2019
Home Sport Calcio Obiettivo Coppa Provincia per il nuovo Villa Estense

Obiettivo Coppa Provincia per il nuovo Villa Estense

Dopo un anno di assenza, ritorna a vedersi nei campi la formazione biancorossa. Il focus sulla nuova squadra con mister Gianni Cappellacci

VILLA ESTENSE. Nuovo nome, nuovo staff, nuova rosa: è con questi presupposti che a Villa Estense si rivede la prima squadra dopo un anno di assenza. L’ex Atletico Villa, ora semplicemente Villa Estense, è ripartito dalla Terza Categoria e finora si è tolto non poche soddisfazioni.

«Inizialmente non è stato facile per me — racconta mister Gianni Cappellacci — c’era un po’ di scetticismo, per varie ragioni, sulla possibilità di fare la prima squadra. Poi però è subentrato un nuovo socio, il diesse Giuseppe Di Marco, che ha contribuito alla parte economica e tecnica nel reclutamento dei giocatori, mi ha presentato il progetto e mi ha convinto a guidare la squadra. Abbiamo fatto tutto all’ultimo momento».
Mister Cappellacci, svincolato dalla stagione scorsa, ha deciso dunque di ripartire da una categoria minore, nonostante un notevole curriculum: esordisce come allenatore portando alla ribalta quella che sarà poi ricordata come l’Atheste dei miracoli, poi si siede —tra le altre — sulle panchine di Solesinese, Monselice e Atheste Quadrifoglio Saletto.

L’avvio di stagione promette bene: il Villa Estense conclude il girone d’andata piazzandosi al quarto posto, piena zona playoff, avendo portato a casa ben sette vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Durante la sessione invernale di mercato la squadra si rinforza inserendo alcune pedine, ma alla ripresa del campionato i risultati non rispecchiano le aspettative. I biancorossi concedono, infatti, qualche punto di troppo e ora, a tre gare dal termine della stagione, si ritrovano fuori dalla zona playoff: sesto posto a -1 dall’Euganea Rovolon e a -7 dai cugini del Redentore — complice l’ultima pesante sconfitta rimediata in casa col Sossano Villaga Orgiano. «Tecnicamente siamo una delle squadre migliori, ma non mettiamo quel qualcosa in più. Fortunatamente subiamo poche reti, ma è anche vero che ne facciamo troppo poche per ambire a stare là davanti» puntualizza il mister.

Se in campionato i ragazzi di capitan Sassoli peccano di discontinuità, non si può certo dire lo stesso del loro cammino in Coppa Provincia. Il nuovo anno comincia nel migliore dei modi con la vittoria nel derby contro il Deserto (3-1), che vale la qualificazione al secondo turno. Gli ottavi vedono i ragazzi scontrarsi in casa del Sossano Villaga Orgiano nella gara a eliminazione diretta e, con una prestazione tecnicamente perfetta, ne escono vittoriosi (1-0, rete di Faedo). Nei quarti di finale sbarca nel campo casalingo la compagine della Riviera Berica: una passeggiata per l’undici del Villa Estense, che spazza via i vicentini con un sonoro 4-1. «La partita era abbastanza alla portata, stavamo vincendo, così abbiamo forzato un po’ di giocate, uscendo palla a terra, nonostante la pressione del pubblico quando rischiavamo un po’ troppo. Almeno abbiamo messo in pratica quello che proviamo durante la settimana, e infatti quando la giocata ci riusciva siamo stati sempre pericolosi».

«La Coppa è sicuramente un nostro obiettivo: prima veniva snobbata, era quasi un fastidio dover giocare di mercoledì, ma ora che dà l’opportunità di salire di categoria tramite il ripescaggio tutti ci tengono. Per questo obiettivo ho lavorato molto sull’aspetto mentale, che sicuramente fa la differenza».
La semifinale d’andata contro il Redentore si giocherà mercoledì 3 aprile, il ritorno mercoledì 17 aprile.

Lascia un commento

Martina Melato
Martina Melato
Studentessa di Scienze della Comunicazione a Bologna, sono appassionata di sport e amo leggere. Tra vent’anni mi immagino da qualche parte nel mondo ad assistere e raccontare eventi importanti, o a intervistare un personaggio di spicco. Il mio sogno è diventare una giornalista affermata e al momento sto gettando le basi.
- Advertisment -

Da leggere

Produciamo 60 grammi di plastica al giorno

Centoquarantadue balenottere azzurre: è il peso dei rifiuti di plastica prodotti nel 2017 dall’intera provincia di Padova. Se sul piatto di un’enorme bilancia potessimo...
bar-footer
bar-footer