Europei di ciclismo su pista, Liam Bertazzo è d’argento nell’inseguimento a squadre

C'era anche il pistard di Tribano nel quartetto azzurro che ha conquistato la piazza d'onore nella competizione europea in corso a Berlino. Nella finale per l'oro la Francia la spunta per due decimi

0
1801

BERLINO. C’era anche il pistard di Tribano Liam Bertazzo, 25 anni, nel quartetto azzurro che ieri ha conquistato la medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre agli Europei di ciclismo su pista in corso a Berlino, in Germania. I quattro azzurri – oltre a Bertazzo nel gruppo ci sono Filippo Ganna, Simone Consonni e Francesco Lamon – sono stati battuti in finale per appena due decimi dalla Francia: 3’55”986 il tempo dell’Italia, due decimi più alto del 3’55”780 fatto segnare dai rivali, in quella che è stata la replica della finale europea dello scorso anno. Anche a Saint-Quentin-en-Yvelines s’imposero i transalpini, nell’occasione padroni di casa.

La Francia ha impostato fin da subito un ritmo elevatissimo, con gli azzurri in svantaggio di quasi un secondo a metà gara. La consueta rimonta finale dell’Italia ha ridotto il gap a meno di mezzo secondo, ma nell’ultimo chilometro gli azzurri non sono riusciti a completare l’impresa e dunque a bissare l’oro ottenuto poche ore prima dal quartetto femminile – con tanto di record italiano – contro la Gran Bretagna. La trionfale giornata della spedizione azzurra si era aperta con il bronzo centrato da Maria Giulia Confalonieri nell’eliminazione femminile.

Ad aprile Bertazzo, Consonni, Ganna e Lamon conquistarono il bronzo ai Mondiali di Hong Kong; per il tribanese, ciclista anche su strada con la Wilier Triestina-Selle Italia, la piazza d’onore in terra tedesca va ad accrescere un palmarès su pista che vanta anche l’oro europeo del 2013 e l’argento mondiale del 2015 nella disciplina dell’americana, sempre in coppia con il veronese Elia Viviani.