Europei di ciclismo su pista, Liam Bertazzo è d’argento nell’inseguimento a squadre

C'era anche il pistard di Tribano nel quartetto azzurro che ha conquistato la piazza d'onore nella competizione europea in corso a Berlino. Nella finale per l'oro la Francia la spunta per due decimi

850

BERLINO. C’era anche il pistard di Tribano Liam Bertazzo, 25 anni, nel quartetto azzurro che ieri ha conquistato la medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre agli Europei di ciclismo su pista in corso a Berlino, in Germania. I quattro azzurri – oltre a Bertazzo nel gruppo ci sono Filippo Ganna, Simone Consonni e Francesco Lamon – sono stati battuti in finale per appena due decimi dalla Francia: 3’55”986 il tempo dell’Italia, due decimi più alto del 3’55”780 fatto segnare dai rivali, in quella che è stata la replica della finale europea dello scorso anno. Anche a Saint-Quentin-en-Yvelines s’imposero i transalpini, nell’occasione padroni di casa.

La Francia ha impostato fin da subito un ritmo elevatissimo, con gli azzurri in svantaggio di quasi un secondo a metà gara. La consueta rimonta finale dell’Italia ha ridotto il gap a meno di mezzo secondo, ma nell’ultimo chilometro gli azzurri non sono riusciti a completare l’impresa e dunque a bissare l’oro ottenuto poche ore prima dal quartetto femminile – con tanto di record italiano – contro la Gran Bretagna. La trionfale giornata della spedizione azzurra si era aperta con il bronzo centrato da Maria Giulia Confalonieri nell’eliminazione femminile.

Ad aprile Bertazzo, Consonni, Ganna e Lamon conquistarono il bronzo ai Mondiali di Hong Kong; per il tribanese, ciclista anche su strada con la Wilier Triestina-Selle Italia, la piazza d’onore in terra tedesca va ad accrescere un palmarès su pista che vanta anche l’oro europeo del 2013 e l’argento mondiale del 2015 nella disciplina dell’americana, sempre in coppia con il veronese Elia Viviani.

Salva Articolo

Lascia un commento