Doppio trionfo per l’atestino Pavan Bernacchi

Imprenditore, scrittore ed ex capitano degli Alpini, lo scorso 17 settembre il 51enne si è laureato campione italiano di tiro difensivo, bissando il successo anche nel tiro dinamico sportivo a squadre

476

ESTE. Due titoli nazionali in pochi giorni. Lo scorso 17 settembre presso il circolo sportivo “Le Tre Piume” di Agna il 51enne atestino Filippo Pavan Bernacchi si è laureato campione italiano di tiro difensivo. Si tratta di una disciplina ispirata alle tattiche e alle tecniche usate da polizia ed esercito in situazioni reali, nata negli Usa e praticata anche in Italia da molti membri delle forze dell’ordine. L’atleta deve essere in grado di sparare sia con la destra sia con la sinistra, in ginocchio o steso a terra e, soprattutto, in movimento, procedendo in mezzo a “ostaggi”. Pavan Bernacchi non è nuovo a simili imprese e l’anno scorso era già salito sul gradino più alto del podio. Stavolta però l’ha fatto nella categoria master, la più alta. Il suo poi è un risultato eccezionale perché si è classificato 1° assoluto, 1° di divisione, 1° master e 1° senior: quattro vittorie in una. Come se non bastasse, domenica scorsa a Roma l’atestino si è aggiudicato anche la gara di tiro dinamico sportivo a squadre.

Imprenditore, Pavan Bernacchi attualmente riveste la carica di presidente nazionale di Federauto. In passato è stato capitano degli alpini, subacqueo e paracadutista. Diciotto anni fa, durante una missione, è stato al centro di un conflitto a fuoco. Il suo nome è noto anche in ambito letterario: con Mursia e Mondadori ha infatti pubblicato quattro romanzi ambientati nel mondo militare (gli ultimi sono “Non uccidete Bin Laden” e “Roccaforte Afghanistan”) e due antologie, ottenendo vari riconoscimenti. Ora nell’affollata bacheca dell’ex militare atestino vanno ad aggiungersi gli ultimi trionfi sportivi.

Salva Articolo

Lascia un commento