giovedì 12 Dicembre 2019
Home Sport Calcio SPORT – Calcio Redentore: Redentore C5, tutto rinviato alla semifinale di ritorno;...

SPORT – Calcio Redentore: Redentore C5, tutto rinviato alla semifinale di ritorno; la Seconda Categoria cala il poker

redentorec5

Pareggio col brivido per il Redentore C5 nella semifinale d’andata dei playoff di serie D. Si sfidavano il Redentore, seconda classificata in campionato, e il Noventa, piazzatasi quinta al termine delle 24 giornate della stagione regolare. Ma i playoff, si sa, sono un campionato a parte rispetto alla regular season. Sono una sfida di nervi e di agonismo. Molto spesso i valori e le gerarchie invernali vengono rovesciati e le sorprese non mancano. Il Noventa ha dimostrato di avere più benzina nelle gambe rispetto agli uomini di mister Vettori, apparsi stanchi e senza idee, egoisti e disordinati: alla fine il pareggio va stretto ai vicentini, che hanno accarezzato il sogno di presentarsi alla sfida di ritorno con un margine rassicurante sugli avversari. Veniamo alla cronaca del match.

Il Redentore sblocca subito il risultato con l’esperto Corrado Lisiero, gelando il centinaio di tifosi di casa presenti sulle tribune del PalaNoventa. I tifosi ospiti vengono invece esaltati dai rapidi centri in successione del giovane Marco Zanetti e del capitano Dario Fornasiero, che fissano il punteggio sul 3-0 a pochi minuti dalla conclusione del primo tempo. Il distacco potrebbe ampliarsi ulteriormente quando la squadra di casa commette il sesto fallo, ma Lisiero fallisce il tiro franco della sicurezza sparando addosso al portiere. Passano pochi secondi e il Noventa accorcia: botta di prima intenzione del difensore vicentino che passa sotto la coscia di Trivellato, fino a quel momento impeccabile e miracoloso. Un altro fallo consente al Redentore di tornare sulla linea dei 10 metri: stavolta è Fornasiero ad angolare troppo il destro e a spedire la sfera a fondo campo. Poco prima del duplice fischio il Noventa segna il 2-3 che riaccende il tifo dei sostenitori di casa, condannando il Redentore ad un secondo tempo di sofferenza. La strigliata di mister Vettori non arriva, gli oroneri continuano a subire in maniera impressionante il gioco del Noventa che colpisce due legni e crea almeno dieci occasioni nitide, soprattutto con l’attaccante numero 14 che per due volte spara a lato da metri zero. La palla buona per uscire dalla crisi di gioco capita sui piedi di De Marchi che, raccogliendo il pallone a porta vuota dopo un rimpallo fortunoso, decide di stopparlo anziché concludere di prima, dando il tempo al difensore avversario di rimontarlo e di allontanare la palla. Nonostante tutto il 3-3 è dietro l’angolo e arriva poco dopo. E purtroppo non finisce qui: uno splendido diagonale s’infila nell’angolino alla destra di Trivellato, portando il punteggio su un laconico 4-3 e scatenando il pubblico casalingo. Il Redentore gioca male, stretto, non utilizzando appieno gli spazi del parquet vicentino, intestardendosi con azioni personali fini a sé stesse, favorendo i contropiedi degli avversari. Gli atestini attaccano male e difendono peggio: è disarmante la capacità del Noventa di far girare il pallone e di sfruttare i metri di campo liberi, mantenendo quindi il controllo del gioco e del risultato (missione non riuscita al Redentore sul 3-0). Il numero 1 atestino è chiamato ad un intervento straordinario dietro l’altro, i compagni sono stanchi e anche mister Vettori sembra impietrito, decidendo pochi cambi e mantenendo pressoché sempre gli stessi cinque giocatori in campo (Trivellato-Lisiero-Moretti-De Marchi-Fornasiero, solo qualche sporadica apparizione per Zanetti, Targa e Gallo; Romito, Vettori e Piva addirittura non entrano). Quando tutto sembra perduto, un’isolata punizione di Fornasiero dai 12 metri s’insacca sotto il sette e impatta il risultato sul 4-4. Il capitano esulta e si volta dedicando il gol ai pochi ma fedelissimi tifosi arrivati da Este. Le emozioni non finiscono: un tiro deviato di “Coca” Lisiero permette agli atestini di rimettere la testa avanti a cinque minuti dal termine. La partita diventa bellissima, il finale thriller è dietro l’angolo: un giocatore del Noventa si porta a spasso per il campo tre avversari prima di mandare un sinistro telecomandato sul palo più lontano della porta oronero, con la palla che passa nell’unico pertugio tra i corpi dei giocatori e il montante della porta. Nei due minuti di recupero le occasioni non fioccano come nei precedenti sessanta minuti; il triplice fischio dell’arbitro manda le squadre sotto la doccia.

A Noventa finisce 5-5, risultato che rimanda tutto alla sfida di venerdì 26 aprile, alle ore 21.30; serviranno una vittoria e un Paleste gremito per spingere i ragazzi atestini verso una meritata finale playoff.

redentore

Nel campionato provinciale di Seconda Categoria, girone I, il Redentore coglie una clamorosa vittoria esterna sul campo del Due Monti Abano, formazione di metà classifica già salva e senza ambizioni di playoff, che all’andata aveva espugnato il campo del Patronato con un sonoro 0-3. I biancorossi si prendono la rivincita, addirittura vincendo nel punteggio totale del doppio confronto: finisce infatti 4-0, grazie alla doppietta di Enrico Ferrarato (e sono 6 in stagione) e ai gol di Marco Maron e di Martino Bovo (a segno su calcio di rigore). Gli atestini hanno approfittato di un Due Monti psicologicamente già in vacanza, ma la prestazione collettiva resta comunque convincente e consente di guadagnare 3 punti fondamentali in chiave salvezza. L’ultima settimana è stata comunque ricca di colpi di scena dal punto di vista della classifica e dei risultati, grazie anche ai numerosi recuperi infrasettimanali svoltisi. Il Montagnana, rivale del Redentore per la salvezza, si è visto togliere la vittoria dello scorso fine settimana, avendo fatto giocare un giocatore squalificato. Il 3-0 contro il Battaglia si è convertito quindi in uno 0-3 a tavolino. Guadagna invece posizioni il Villa Estense, che con 3 vittorie consecutive in pochi giorni si allontana dalla zona caldissima. Per il Redentore tour de force questa settimana, con il recupero casalingo contro il tranquillo ODM San Pietro giovedì 25 aprile alle ore 16.00 e la penultima partita dell’anno, domenica 28 aprile alle 16.30, ancora in casa, contro la capolista Battaglia Terme.

Questa la classifica dopo 28 giornate su 30: Battaglia Terme 61, Stroppare 59, Virtus Agna 56, Bagnoli Calcio 48, Torreglia 43, Due Monti Abano 40, Galzignano Terme, Quadrifoglio 38, ODM S.Pietro 36, Spes Poiana 34, Atletico Villa 31, Colli Euganei, Ciaobio Arre 30, Redentore 28, Montagnana 25, Montegrotto Terme 10. Spes Poiana 1 punto di penalizzazione. Battaglia, Agna, Torreglia, Quadrifoglio, ODM S.Pietro, Spes Poiana, Colli Euganei, Redentore, Montagnana e Montegrotto una partita in meno. Stroppare due partite in meno.

Giacomo Visentin

Estensione
Estensione
Il laboratorio giovanile di informazione, formazione e azione della Bassa Padovana.

Non perderti le ultime notizie e i prossimi eventi. Iscriviti alla newsletter!

RESTA CONNESSO

13,352FansMi piace
1,911FollowerSegui

RICERCA ARTICOLI

  • Categorie

  • Autori