SPORT – Calcio Redentore: l’arbitro e il Galzignano stendono la Seconda Categoria, altra sconfitta per il Redentore C5

0
144

redentore

Nella quarta giornata del girone regionale M di Seconda Categoria il Redentore Calcio trova un’altra sconfitta per 3-2 nella gara casalinga contro l’ A.C.D. Galzignano Terme. L’avversario è quello che nella prima uscita stagionale (in Coppa Veneto) ha affondato gli atestini per 11-0 e l’ambiente è carico e pronto per la rivincita. Già nei primi minuti dell’incontro, però, la situazione degli uomini di Mister Battistella si aggrava per un colossale errore del direttore di gara. Infatti, su un uscita del giovane portiere Gattolin, l’attaccante avversario, vedendo l’impossibilità di raggiungere la palla, si tuffa platealmente traendo così in inganno l’ingenuo direttore di gara che concede il calcio di rigore e espelle il portiere per fallo da ultimo uomo. Non avendo un secondo portiere in panchina, visto che il portierone Alberti Elia è ancora fermo per infortunio e Pagani Mattia non convocato, il Mister decide di sostituire l’attaccante Travain con il difensore Tiberto e di mandare in porta il difensore, già in campo, Martinello. Quest’ultimo però non riesce nel miracolo di parare il rigore e così il Galzignano si porta in vantaggio: 1-0. Ma il Redentore non ci sta e  riesce nell’impresa di ribaltare il risultato grazie alla doppietta di uno dei nuovi acquisti arrivato in estate, Ramponi Pietro: 2-1. Il primo tempo si chiude con questo risultato ma nella seconda frazione di gioco la “mission impossible” di mantenere la vittoria in inferiorità numerica non riesce e gli ospiti riescono a trovare prima il pareggio e poi a cinque minuti dalla fine il definitivo 3-2 su calcio d’angolo. Questa sconfitta lascia con l’amaro in bocca la compagine atestina visto che con un uomo in meno ha retto abbastanza bene e di sicuro in condizione di parità numerica avrebbe potuto creare e ottenere qualcosa di diverso. Non resta che sperare che la reazione d’orgoglio vista in questo incontro venga messa in campo anche nel prossimo incontro che vedrà il Redentore ospitare l’A.C.D. Elettrosonor Gambellara Domenica 5 Ottobre alle 15:30.

redentorec5

Il Redentore C5 non se la passa tanto meglio e nella trasferta di Sottomarina cadono per 6-4 contro i padroni di casa del Lions Chioggiasottomarina. Le due squadre, entrambe neo-promosse, si affrontano senza esclusione di colpi ma a passare in vantaggio è il Redentore grazie a un autogol del difensore in collaborazione col portiere che, non potendo ricevere per regolamento un retropassaggio più di una volta ad azione, lascia sfilare la palla inspiegabilmente in porta: 1-0. Poco dopo arriva il raddoppio con “il cigno” De Marchi che con un potente mancino dal limite dell’area fulmina il portiere avversario portando gli uomini di Mister Vettori sul 2-0. Il doppio svantaggio non spaventa il Lions che, invece, sale in cattedra e comincia a fare gioco imbrigliando il Redentore che prova a chiudersi in difesa ma commettendo errori di chiusura lascia agli avversari troppo spazio per andare alla conclusione e così si fa raggiungere e superare finendo il primo tempo per 4-2. Da ricordare le occasioni per pareggiare capitate sui piedi di Fornasiero su calcio franco e di Lisiero con un tiro da fuori area entrambe però finite contro il palo. La ripresa si apre con il Lions che aumenta il vantaggio grazie a un errore difensivo avversario: 5-2. Il gol però non affonda gli atestini che accorciano le distanze con il bellissimo gol di Fornasiero da posizione quasi impossibile (5-3) e al gol di Lisiero su rilancio del portiere Romito (5-4). A pochi minuti dalla fine, però, arriva il colpo del “k.o.” per il Redentore che commette il sesto fallo e concede il tiro franco agli avversari che non sbagliano: 6-4. Il risultato rimane lo stesso (nonostante il Lions beneficia di un altro calcio franco e rimanga in inferiorità per espulsione) fino al triplice fischio del direttore di gara che arriva a suggellare la seconda sconfitta consecutiva per gli atestini che poco hanno potuto contro un avversario decisamente più forte. Prova ne è il fatto che il migliore in campo è stato il portierone Romito che con parate miracolose ha cercato di mantenere più che a potuto il Redentore a galla, portandosi anche in attacco gli ultimi minuti sfiorando il gol. La svolta potrebbe avvenire nei due prossimi impegni, ravvicinati per via del turno infrasettimanale, di Venerdì 4 Ottobre in casa contro il città di Spinea e di Lunedì 7 Ottobre nella trasferta di Mestre contro il Bissuola.