SPORT – Calcio Este: Este bombardato, la Clodiense cala il poker

0
139

estecalcio

Este sempre più giù in classifica, urge un cambio di mentalità per evitare i playout

Este –  E’ proprio vero, al peggio non c’è fine. Questa domenica l’Este è caduto malamente sul campo della Clodiense, a Chioggia, per quattro a zero. Probabilmente l’entusiasmo in casa giallorossa è in caduta libera. Infatti questa è la terza sconfitta di fila che certifica come ormai l’obiettivo stagionale sia una salvezza da raggiungere il più presto possibile mentre ad inizio stagione si pensava come minimo ai playoff. A Chioggia gli atestini sono scesi in campo senza personalità, privi di fantasia e impacciati forse per la paura di sbagliare e ingigantire una crisi di risultati che sembra non avere fine. Pronti, partenza via e subito la Clodiense trova il gol con Boseggia, che conclude di testa il suggerimento di Lella. Al 14’ arriva il raddoppio di Busatto con un gol molto simile a quello preso domenica scorsa a Belluno: punizione con successivo inserimento di un difensore lasciato libero dentro l’area di rigore. Dopo questa doccia gelida Baido, tornato in campo per dare un po’ di inventiva ad una squadra spenta e buia, prova a rianimare i suoi con due conclusioni dalla distanza. Anche Thomassen prova a dare la scossa ma Boscolo neutralizza il suo colpo di testa.

Nella ripresa la musica non cambia ed invece il bombardamento della Clodiense continua. Alla goleada partecipa pure Olivieri su assist di un Lella veramente in forma. A complicare la situazione ci si mette pure l’espulsione, al 21’st, di Mario, la seconda in poco più di un mese. Con l’uomo in meno l’Este si indebolisce ancora di più e assiste, impotente, al quarto gol firmato da Lella, giusto premio per una grande prestazione, dopo uno sprint di Cacurio, subentrato a Malagò al 18’ della ripresa. Il fischio finale dell’ arbitro arriva come una liberazione per Zattarin e i suoi uomini. La partita ha evidenziato le fragilità della difesa soprattutto sul gioco aereo e disattenzione sulle marcature, tutti sintomi di una squadra che sembra aver perso la bussola. Inoltre è mancata una reazione ai due gol subiti in quindici minuti e questo non è tollerabile. La zona playout è a meno 4 punti, le possibilità di farcela sono ancora alte ma ora come ora è necessario ritrovare fiducia nei propri mezzi e l’entusiasmo e, perché no, anche un pizzico di fortuna. Invece la Clodiense è al sesto posto a 44 punti, a meno 5 dal secondo posto. Forse, allora, era difficile vincere questa giornata. Unico alibi per una prestazione negativa che alibi non ha.

Francesco Cannatello

CLODIENSE

L. Boscolo, Busatto, Ballarin, D. Boscolo, Gioachina, Malagò ( 18’ st Cacurio), Ponce, Olivieri, Pradolin (38’st Bellemo), Lella, Boseggia (18’st Barzan).  A disposizione: Vianello, Margherita, Dal Corso, Cigna.  All. Vittadello

ESTE

Trivellato, Raffaelli, Zompa, Thomassen, Di Fusco, Mario, Tessari, Baido, (38’st Migliorini), Turetta (12’st Gusella), Iarrusso (12’st Zecchinato), Brotto.  A disp. Veronese, Meneghello, Colletta, Barichello.  All. Zattarin