SPORT – Calcio Este: dal capolavoro al solito pareggio

0
141

Lo storico successo a Trieste non ha dato quel cinismo in più che aiuterebbe i giallorossi a raccogliere ciò che seminano. Infatti nella partita successiva è arrivato solo un punto contro il Trissino Valdagno, per la solita mancanza di cinismo. La squadra comunque mostra di avere delle qualità ma bisogna dare ancora tempo e fiducia ai tanti giovani che ci sono.

Este – La scorsa domenica l’Este di mister Zattarin ha scritto una pagina molto importante della storia del club giallorosso espugnando un campo a dir poco ostile come il “Nereo Rocco” di Trieste. Si, non state leggendo male: la squadra di un paese di circa 17’000 abitanti è riuscita a trionfare contro una grande (anche se ormai in rovina) del calcio italiano come la Triestina. Una partita molto sentita in casa Este, e pertanto preparata fino all’ultimo dettaglio. Il pronostico è chiaramente a favore dei giuliani, che schierano in attacco una vecchia conoscenza della serie A come Denis Godeas. Ma gli undici di Zattarin, appena scesi in campo, si dispongono in maniera ordinata e giocano semplice ma efficace ribaltando così il pronostico sfavorevole; l’attacco produce una serie di occasioni pericolosissime per tutta la partita grazie alla verve sia di Lasagna sia di Mazzeo, ma nonostante ciò il gol non arriva subito. A risolvere il match ci pensa proprio il giovane Lasagna: Stentardo serve una palla difficile a Pimazzoni in disimpegno, il centrale ai 30 metri tocca debole per Vianello, Lasagna si fionda sulla palla vagante involandosi verso la porta, tocco rasoterra ad anticipare l’uscita di Franceschin per il gol che decide la sfida. Le speranza dei padroni si esauriscono allo scoccare del 90′ quando una volata di Monti pesca Bertoni sul secondo palo, ma il suo sinistro in corsa dai 10 metri termina centrale tra le braccia di Bevilacqua. E così, come in tutte le favole arriva il lieto fine: 3 punti importantissimi che danno sicuramente morale a una squadra giovane che deve solamente credere di più nei propri mezzi. E’ questo il passo in più per crescere, e a quanto sembra l’Este ce la sta mettendo tutta.

L’unica vittoria dei giallorossi è stata ottenute fuori casa, mentre quando si gioca in casa la squadra smarrisce la sua identità e gioca male. Sarà forse la pressione che i tifosi mettono addosso, sarà forse il terreno non perfetto del Comunale, è chiaro che l’Este si trasforma e diventa un’altra squadra che non mette quella sana cattiveria agonistica che male non fa. E questo è apparso evidente nell’ennesimo pareggio casalingo contro il Trissino Valdagno. Uno zero a zero che fa infuriare l’allenatore, il quale se la prende con l’incapacità realizzativa e la leziosità dei suoi attaccanti: immagini emblematiche sono i troppi dribbling di Brotto che lo portano alla linea di fondo dopo aver saltato il portiere avversario, e gli errori di Mazzeo negli ultimi undici metri. Partita nervosa, come testimoniano i contrasti durissimi in mezzo al campo, da parte dei giocatori ospiti,  e le nove ammonizioni in totale  più l’espulsione di Zattarin stesso.

UNIONE TRIESTINA 2012 – A.C. ESTE    0-1 (I°t. 0-0)

MARCATORE: Lasagna 43’st
UNIONE TRIESTINA 2012 (4-3-3): Franceschin; Pratolino, Pimazzoni, Vianello, Cipracca; Zetto, De Bona (82′ Bertoni), Stentardo; Da Ros (52′ Monti), Bortolotto (46′ Sessolo), Godeas. A disp: Del Mestre, Frangu, Lapaine, Parini, Potenza, Ferrari. All. Costantini
A.C. ESTE (4-4-2): Bevilacqua; Favaro, Colman, Thomassen, Scotton; Tonus (90′ Raffaelli), Lelj, Rubbo, Gusella; Brotto (60′ Mazzeo), Lasagna.  A disp: Cabrelle, Meneghello, Colletta, Dallavalle, Iarrusso, Stefani, Migliorini. All. Zattarin
A.C. ESTE – TRISSINO VALDAGNO 0-0
ESTE:

A.C. ESTE (4-4-2): Bevilacqua; Favaro, Colman, Thomassen, Scotton;  Lelj, Rubbo, Gusella; Brotto (14′ st Mazzeo), Lasagna, Tonus A disp: Cabrelle, Meneghello, Colletta, Dallavalle, Iarrusso, Stefani, Migliorini. All. Zattarin
TRISSINO VALDAGNO. Ziglioli, Vallarsa, Rossi, Pallara, Pagano (14′ st Badu), Caraceni, Roverato (30′ st Aliberti), Amassoka, Cenzato (5′ st Doria), Caraccio. A disp: Vivian, Chinellato, Bertasi, Bertasini,Corbo. All. Renica