Redentore C5, così non va. I cugini portano a casa il settebello al mercoledì e cadono di rigore la domenica

0
153

redentorec5

Il periodaccio del Redentore C5 sembra non aver fine e nella 25^ giornata di campionato arriva un’altra sconfitta che a cinque giornate dalla fine complica non poco la corsa alla salvezza degli atestini. Il 5-2 subito sul campo del Vertigo e le contemporanee vittorie di Bissuola e Gregorense portano il Redentore a occupare il terzultimo posto, che oggi porterebbe alla retrocessione diretta. Ma, per quello visto in campo contro il Vertigo, il risultato non poteva essere diverso dalla sconfitta visto che, a parte rari sprazzi di gioco, gli atestini sono stati imbrigliati dall’ottimo gioco degli avversari. Già dall’avvio, infatti, i padroni di casa mettono in atto un efficace giro palla che porta al gol dell’1-0 dopo appena due minuti. Lo schiaffo risveglia gli uomini di Mister Vettori che riescono a inanellare una serie di buone occasioni che portano al gol del pareggio di Lisiero, che beffa il portiere avversario con un potente e preciso tiro dal limite dell’area:1-1. Il gol risulta essere solo un fuoco di paglia visto che nell’azione immediatamente successiva al pari, e a pochi minuti dalla fine del primo tempo, il Vertigo riesce a segnare facilmente altri due gol grazie ai quali si porta sul 3-1.

Nell’intervallo Mister Vettori e capitan Fornasiero suonano la carica cercando di spronare la squadra visibilmente abbattuta. La sveglia sembra dare i suoi frutti visto il piglio più combattivo con cui scendono in campo e iniziano a mettere sotto il Vertigo che, tuttavia, riesce a difendersi bene soprattutto grazie agli ottimi interventi del suo portiere. Dopo l’iniziale momento di sbandamento i padroni di casa tornano padroni del gioco e a bussare alla porta del portierone Romito, che con una serie di importanti parate riesce a mantenere i suoi a galla. Intorno al ventesimo della ripresa il Vertigo riesce a fare nuovamente breccia nel fortino eretto da Romito grazie alla bordata della giovane ala avversaria (che si insacca nel sette) e, pochi minuti dopo, con la conclusione ravvicinata del suo pivot mettendo così il risultato in cassaforte sul 5-1. Come se non bastasse Piva si fa espellere per un fallo di reazione causando il sesto fallo e quindi mandando il Vertigo al tiro franco che fortunatamente viene tirato fuori. Gli atestini riescono a reggere con un uomo in meno i due minuti previsti dal regolamento (dopo i quali la squadra può far entrare una riserva e riportarsi in parità numerica) e una volta tornati in 5 contro 5 Mister Vettori decide di giocarsi il portiere di movimento facendo avanzare Romito. E proprio quest’ultimo realizza allo scadere il gol del 5-2 che chiude la partita. Il prossimo impegno per il Redentore sarà la difficile partita casalinga contro il Mirano al Pozzo (ottava forza del campionato) di venerdì 14 marzo, ore 21:30.

Seconda Categoria Redentore

I cugini del Redentore Calcio non se la passano tanto meglio ed escono sconfitti sia nel recupero infrasettimanale contro il Galzignano Terme, sia nella sfida domenicale al San Vitale 1995. La trasferta del mercoledì porta in dote un pesantissimo 7-2, addolcito dalle reti di Riccardo Saggese e Carlo Costantini. Prestazione agghiacciante dei ragazzi di mister Federico Battistella, che hanno completamente perso la bussola nel secondo tempo, subendo 4 gol nel giro di pochi minuti (si era andati al riposo sul 3-1).  Proprio durante la seconda frazione il centrale Filippo Martinello ha riportato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. La gara interna del weekend ha regalato un altro zero in casella ai biancorossi, caduti 1-0 a causa del rigore causato da Massimo Brocco e trasformato dal numero 10 avversario. Nell’occasione mister Battistella è stato espulso per proteste. Partita noiosa che ha mostrato i limiti tecnici delle due squadre. Il Redentore non ha interpretato male la partita ma è stato condannato dalle numerose assenze (soprattutto offensive) e da un episodio controverso. Ancora 7 partite da disputare per gli atestini, il Torreglia penultimo è lontano sempre e soltanto due lunghezze, dato che alimenta le loro speranze di playout e di salvezza. Domenica prossima, invece, proibitiva trasferta sul campo dell’Almisano, terza forza del campionato ma virtualmente leader del girone, con 2 punti di penalizzazione e una partita da recuperare.

Matteo Vettori

(ha collaborato Giacomo Visentin)