Calcio Redentore: il C5 saluta la C2, la Seconda Categoria non reagisce più

0
84

redentorec5

La lingua italiana è piena di modi di dire e uno in particolare può benissimo riassumere la difficile stagione del Redentore C5: “Per un punto Martin perse la cappa”. La vittoria casalinga nell’ultima giornata per 9-8 ai danni del già salvo RTE Piove di Sacco risulta inutile e condanna lo stesso gli atestini che chiudono a un punto dalla zona playout occupata dalla Gregorense (che pareggia col Flaminia) e salutano dopo appena un anno il campionato di C2. La beffa è grande ma lo è di più il rimpianto di aver lasciato colpevolmente per strada qualche punto, all’epoca ritenuto poco importante, che ad oggi avrebbe garantito l’accesso ai playout o addirittura la salvezza. La cosa che fa più arrabbiare l’ambiente è il fatto che si sia salvata la Gregorense battuta proprio dal Redentore nella finale dei playoff nella scorsa stagione e che ha potuto disputare lo stesso il campionato di C2 grazie a un ripescaggio. Ma purtroppo indietro non si può tornare e così non rimane che guardare avanti perché c’è un campionato in serie D da pianificare e soprattutto da vincere per ritornare subito in C2. Appuntamento quindi all’anno prossimo con la speranza che a Mister Vettori e squadra l’esperienza in una categoria più alta sia servita per prendere consapevolezza di cosa ci sia da fare per migliorare tatticamente e tecnicamente.

Seconda Categoria Redentore

Per i cugini del Redentore Calcio il campionato non è ancora finito ma visto classifica, calendario e risultati sembra che lo sia e la retrocessione, a due giornate dal termine, si fa sempre più concreta. Nel difficile campo della Cervarese (seconda e in piena lotta per la promozione) arriva un’altra sconfitta: 3-0. Gli uomini di mister Battistella inizialmente si difendono bene agli attacchi dei padroni di casa facendosi vedere anche in avanti. Intorno al ventesimo però la Cervarese mette la freccia e si porta in vantaggio con un bel gol della sua seconda punta che partendo defilato sulla fascia sinistra riesce ad accentrarsi e a far partire un destro a fin di palo su cui Alberti non può arrivare: 1-0. Nella ripresa i padroni di casa salgono in cattedra cercando di trovare nuovamente la via del gol per chiudere definitivamente la partita. Ci vanno vicini quando l’arbitro concede il rigore per fallo di Brocco (che travolge l’attaccante di casa beccandosi il giallo) su cui però il portierone Alberti compie il miracolo indovinando l’angolo di tiro mantenendo così il risultato invariato. Poco dopo però l’arbitro ne concede un altro, questa volta per fallo di capitan Costantini che atterra l’avversario, che però Alberti non riesce a parare: 2-0. Il definitivo 3-0 arriva nel finale e fa calare il sipario sulla partita. Prossimo impegno domenica 27 aprile ore 16 nella sfida casalinga contro l’Altavilla Calcio.

Matteo Vettori