Calcio, Serie D: Zattarin lascia l’Este dopo cinque stagioni

351

zattarin esteGianluca Zattarin non è più l’allenatore dell’Este. L’ufficialità è arrivata venerdì pomeriggio, ma l’addio del 41enne ex difensore, alla guida dei giallorossi dal 2010, era nell’aria da tempo. Vani i tentativi del vicepresidente Stefano Marchetti e del patron Renzo Lucchiari di convincerlo a restare e prolungare per un altro anno. Per il tecnico di Tencarola si fanno ora insistenti le sirene che giungono dalla Lega Pro con Pisa (dove ha giocato dal 1999 al 2001 e nel 2006-2007) e Spal pronte a offrirgli le rispettive panchine. Per ora Zattarin glissa, tenendo in considerazione anche l’ipotesi di un anno sabbatico. “Il mio nome è stato accostato a realtà importanti e mi fa molto piacere, ma non ho ancora ricevuto telefonate” ha detto al Mattino di Padova. La dirigenza atestina è già al lavoro per trovare il suo sostituto: si fanno i nomi di Nicola Cavazzana, attuale viceallenatore, e di Vinicio Bisioli, ex mister della Thermal Abano, dimessosi a stagione in corso a causa di gravi problemi di salute.

In cinque stagioni, l’Este di Zattarin ha ottenuto due ottavi posti (2011 e 2014), un dodicesimo posto (2013) ma soprattutto due partecipazioni ai playoff di Serie D (2012 e 2015). Il maggiore rimpianto risale al campionato di tre anni fa, quando la società venne penalizzata di due punti a causa del tesseramento irregolare di Ciro Aliberti, sanzione costata la promozione ai giallorossi, giunti terzi dietro Forlì e Mezzolara. Quest’anno l’Este ha terminato la propria corsa al secondo turno della post-season, sconfitta 2-0 a Piacenza, dopo aver chiuso al quinto posto la stagione regolare. Per Zattarin anche la soddisfazione di aver lanciato tanti giovani che oggi giocano in categorie superiori, su tutti Kevin Lasagna, passato al Carpi in Serie B l’estate scorsa, con i biancorossi che hanno vinto la serie cadetta e che ad agosto esordiranno in Serie A.

Salva Articolo

Lascia un commento