Calcio, playoff Serie D: Rondon-Fyda-Rubbo, l’Este elimina l’Abano

573
(Uno scatto del derby di ritorno terminato 0-0. Foto di gentile concessione di www.photoroom.it)
(Uno scatto del derby di ritorno terminato 0-0. Foto di gentile concessione di www.photoroom.it)

Ci saluta Ficarra e Picone?“. La presenza di Cristiano Militello, inviato del tg satirico di Mediaset “Striscia La Notizia“, fuori dal Nuovo Comunale porta fortuna all’Este, che stende 3-1 l’Abano e accede al secondo turno dei playoff, dove mercoledì sera affronterà in trasferta il Piacenza.

Zattarin è costretto a rinunciare a Bagatini Marotti e agli infortunati Beghetto e Turea. Torna titolare Scotton, mentre sulle ali, al posto dei due indisponibili, ci sono Fyda e ancora Rampin. In casa neroverde De Mozzi sorride perché può finalmente schierare l’undici titolare (ma non durerà a lungo), prima volta in tutta la stagione. L’ottimismo aponense riceve una prima randellata dopo cento secondi di gioco, quando Rondon scavalca la disorganizzata barriera ospite e con una traiettoria magica trafigge Murano. Ventesimo centro stagionale per il 32enne trequartista vicentino e vantaggio giallorosso.

L’Abano si riorganizza in fretta e ci prova all’11’ con Bortolotto, ma la sua girata da dentro l’area termina alta. L’occasionissima per i neroverdi arriva al 18′, quando Beghin incespica al limite dell’area, offrendo il fianco a Barichello: il bomber dell’Abano tira, Lorello respinge come può, Franceschini a porta vuota va per il tap-in ma Meneghello salva sulla linea con un vero e proprio miracolo. Passato lo spavento è l’Este a fare la partita, andando vicino al raddoppio con Rondon (gran staffilata dal limite fuori di un nulla), Lelj (stacco aereo da corner, intervento felino di Murano) e Rubbo (voleé “alla Pogba” alta di poco). Le cose per l’Abano sembrano volgere al peggio quando Bortolotto, 18 gol quest’anno, si fa male da solo al ginocchio. Momentaneamente in 10, i neroverdi pervengono al pareggio: tocco di mano di Beghin sul tiro ravvicinato di Ballarin, per Fichera è rigore e semplice ammonizione, decisione che fa imbestialire De Mozzi che dalla panchina chiede a gran voce il rosso. Dal dischetto Barichello spiazza Lorello e riequilibra il match.

Ripresa. Le paroline magiche rivolte da Zattarin ai suoi nell’intervallo trasformano l’Este, che nel primo quarto d’ora mette a ferro e fuoco l’area neroverde. Il bombardamento inizia al 48′, con la doppia occasione di Rondon (piazzato sul palo lungo, Murano è reattivo) e di Meneghello (perentorio stacco aereo dal successivo calcio d’angolo). Un giro di lancette più tardi è Fyda a cogliere la traversa con un tiro-cross arcuato. L’esterno affina la mira poco dopo quando buca Murano con un morbido tocco volante su invito di Rondon. A chiudere la contesa ci pensa Rubbo al 57′, che sfrutta un pasticcio dei centrali ospiti e firma il facile tris. Nell’ultima mezz’ora, complice anche il grande caldo, calano i ritmi e il numero di occasioni. Gli ultimi sussulti sono firmati Rampin, Rondon e Franceschini. L’Este vince il più importante dei tre derby stagionali e mercoledì sera, alle 20.30, sarà a Piacenza per giocarsi l’accesso al terzo turno dei playoff.

Voci dagli spogliatoi. Massimiliano De Mozzi (mister Abano): “C’erano due rigori e due espulsioni dirette, la partita sarebbe cambiata completamente. Io ad Este l’anno prossimo? No, resto, perché qui c’è un progetto”. Gianluca Zattarin (mister Este): “Una della prestazioni più belle di tutto l’anno. Errori arbitrali? Abbiamo dominato la partita”. Szymon Fyda (calciatore Este): “Contentissimo per il gol. Lo dedico alla mia famiglia che per me ha fatto tanti sacrifici”.

Tabellino Este-Abano 3-1 (1-1)

Este (4-4-1-1): Lorello, Favaro, Scotton, Lelj, Beghin, Meneghello, Tessari, Rubbo (83′ Mario), Fyda, Rondon, Rampin (64′ Diallo). A disposizione: Veronese, Gal, Zoppelletto, Bicalho, Coraini, Baccarin, Bernardelle. Allenatore: Zattarin.

Abano (4-2-3-1): Murano, Dall’Ara, Zattarin, Ballarin, Antonioli, Ianneo (84′ Da Ros), Bortolotto (41′ Zanardo), De Cesare, Barichello, Baccarin (69′ Maistrello), Franceschini. A disposizione: Rossi Chauvenet, Bordin, Bizzotto, Bruinier, Savio, Giusti. Allenatore: De Mozzi.

Reti: 2′ Rondon (E), 40′ Barichello (A), 52′ Fyda (E), 57′ Rubbo (E).

Note: Ammoniti Ianneo (A), Beghin (E), Tessari (E), Antonioli (A). Arbitro Fichera di Catania. Angoli 7-4. Spettatori 600 circa.

Salva Articolo

Lascia un commento