venerdì 20 Settembre 2019
Home Sport Calcio, playoff Serie D: Rondon-Fyda-Rubbo, l'Este elimina l'Abano

Calcio, playoff Serie D: Rondon-Fyda-Rubbo, l’Este elimina l’Abano

(Uno scatto del derby di ritorno terminato 0-0. Foto di gentile concessione di www.photoroom.it)
(Uno scatto del derby di ritorno terminato 0-0. Foto di gentile concessione di www.photoroom.it)

Ci saluta Ficarra e Picone?“. La presenza di Cristiano Militello, inviato del tg satirico di Mediaset “Striscia La Notizia“, fuori dal Nuovo Comunale porta fortuna all’Este, che stende 3-1 l’Abano e accede al secondo turno dei playoff, dove mercoledì sera affronterà in trasferta il Piacenza.

Zattarin è costretto a rinunciare a Bagatini Marotti e agli infortunati Beghetto e Turea. Torna titolare Scotton, mentre sulle ali, al posto dei due indisponibili, ci sono Fyda e ancora Rampin. In casa neroverde De Mozzi sorride perché può finalmente schierare l’undici titolare (ma non durerà a lungo), prima volta in tutta la stagione. L’ottimismo aponense riceve una prima randellata dopo cento secondi di gioco, quando Rondon scavalca la disorganizzata barriera ospite e con una traiettoria magica trafigge Murano. Ventesimo centro stagionale per il 32enne trequartista vicentino e vantaggio giallorosso.

L’Abano si riorganizza in fretta e ci prova all’11’ con Bortolotto, ma la sua girata da dentro l’area termina alta. L’occasionissima per i neroverdi arriva al 18′, quando Beghin incespica al limite dell’area, offrendo il fianco a Barichello: il bomber dell’Abano tira, Lorello respinge come può, Franceschini a porta vuota va per il tap-in ma Meneghello salva sulla linea con un vero e proprio miracolo. Passato lo spavento è l’Este a fare la partita, andando vicino al raddoppio con Rondon (gran staffilata dal limite fuori di un nulla), Lelj (stacco aereo da corner, intervento felino di Murano) e Rubbo (voleé “alla Pogba” alta di poco). Le cose per l’Abano sembrano volgere al peggio quando Bortolotto, 18 gol quest’anno, si fa male da solo al ginocchio. Momentaneamente in 10, i neroverdi pervengono al pareggio: tocco di mano di Beghin sul tiro ravvicinato di Ballarin, per Fichera è rigore e semplice ammonizione, decisione che fa imbestialire De Mozzi che dalla panchina chiede a gran voce il rosso. Dal dischetto Barichello spiazza Lorello e riequilibra il match.

Ripresa. Le paroline magiche rivolte da Zattarin ai suoi nell’intervallo trasformano l’Este, che nel primo quarto d’ora mette a ferro e fuoco l’area neroverde. Il bombardamento inizia al 48′, con la doppia occasione di Rondon (piazzato sul palo lungo, Murano è reattivo) e di Meneghello (perentorio stacco aereo dal successivo calcio d’angolo). Un giro di lancette più tardi è Fyda a cogliere la traversa con un tiro-cross arcuato. L’esterno affina la mira poco dopo quando buca Murano con un morbido tocco volante su invito di Rondon. A chiudere la contesa ci pensa Rubbo al 57′, che sfrutta un pasticcio dei centrali ospiti e firma il facile tris. Nell’ultima mezz’ora, complice anche il grande caldo, calano i ritmi e il numero di occasioni. Gli ultimi sussulti sono firmati Rampin, Rondon e Franceschini. L’Este vince il più importante dei tre derby stagionali e mercoledì sera, alle 20.30, sarà a Piacenza per giocarsi l’accesso al terzo turno dei playoff.

Voci dagli spogliatoi. Massimiliano De Mozzi (mister Abano): “C’erano due rigori e due espulsioni dirette, la partita sarebbe cambiata completamente. Io ad Este l’anno prossimo? No, resto, perché qui c’è un progetto”. Gianluca Zattarin (mister Este): “Una della prestazioni più belle di tutto l’anno. Errori arbitrali? Abbiamo dominato la partita”. Szymon Fyda (calciatore Este): “Contentissimo per il gol. Lo dedico alla mia famiglia che per me ha fatto tanti sacrifici”.

Tabellino Este-Abano 3-1 (1-1)

Este (4-4-1-1): Lorello, Favaro, Scotton, Lelj, Beghin, Meneghello, Tessari, Rubbo (83′ Mario), Fyda, Rondon, Rampin (64′ Diallo). A disposizione: Veronese, Gal, Zoppelletto, Bicalho, Coraini, Baccarin, Bernardelle. Allenatore: Zattarin.

Abano (4-2-3-1): Murano, Dall’Ara, Zattarin, Ballarin, Antonioli, Ianneo (84′ Da Ros), Bortolotto (41′ Zanardo), De Cesare, Barichello, Baccarin (69′ Maistrello), Franceschini. A disposizione: Rossi Chauvenet, Bordin, Bizzotto, Bruinier, Savio, Giusti. Allenatore: De Mozzi.

Reti: 2′ Rondon (E), 40′ Barichello (A), 52′ Fyda (E), 57′ Rubbo (E).

Note: Ammoniti Ianneo (A), Beghin (E), Tessari (E), Antonioli (A). Arbitro Fichera di Catania. Angoli 7-4. Spettatori 600 circa.

Lascia un commento

Giacomo Visentin
Giacomo Visentin
Classe 1992, ho in tasca due lauree, un Erasmus in Portogallo e diverse collaborazioni nel settore della comunicazione, da Cafè Tv 24 al Corriere del Veneto. La mia esperienza più bella rimane Estensione, che ho fondato nel novembre 2012 e di cui sono tuttora direttore editoriale. La politica, i media e lo sport le mie passioni più grandi.
- Advertisment -

Da leggere

Incidente con cinghiale, come ottenere il risarcimento dei danni

Capita sempre più frequentemente di trovare dei cinghiali sulle strade del bacino dei Colli Euganei. La presenza di questi animali selvatici all’interno della carreggiata,...
bar-footer
bar-footer