Calcio, Lorello ferma il Campodarsego: 1-1

Dopo l'impresa di Abano, l'Este ferma un'altra grande: a segno Marchetti e Gal. Decisivo l'estremo difensore giallorosso, che nel finale para un rigore a Radrezza e salva il risultato

1355

ESTE. Dopo il colpaccio esterno della scorsa settimana ad Abano, l’Este conquista davanti al proprio pubblico un altro risultato importante, reggendo l’urto del Campodarsego terzo in classifica e mettendo in saccoccia un punto prezioso. Gara non facile, soprattutto nella ripresa: la reazione degli ospiti al gol firmato Marchetti è stata veemente e i giallorossi sono andati a lungo in affanno, riuscendo ad alleggerire la pressione solo dopo il rigore del possibile 1-2 fallito da Lauria all’85’. Il muro atestino però ha retto, anche grazie a un super Lorello, e mister Florindo può sorridere: la sua squadra, in grave difficoltà nella prima parte di campionato, sta ora diventando un cliente scomodo per chiunque, grandi comprese.

La partita. Nel primo tempo a dominare è l’equilibrio. Le due formazioni tengono il campo con ordine, attente soprattutto a non scoprirsi. Il primo che prova a sbloccare l’impasse è Marchetti, anticipato di un soffio dalla tempestiva uscita di Brino. A rendersi pericoloso però è il Campodarsego: al 12’ Franceschini raccoglie una palla respinta dalla difesa, entra in area e finisce a terra. L’arbitro lascia correre. Al 15’ altro brivido: l’incornata di Aliu si spegne sull’esterno della rete a Lorello probabilmente battuto. L’Este sfrutta molto la fascia sinistra, dove Marchetti risponde sempre presente, ma fatica a costruire azioni degne di nota. Nel finale di tempo il forcing degli uomini di Florindo frutta un paio di corner e un innocuo colpo di testa di Ferrara: troppo poco per impensierire gli ospiti. All’intervallo è ancora calma piatta.

La musica cambia decisamente nella ripresa. Nemmeno il tempo di accomodarsi sugli spalti e l’Este passa. Splendida imbeccata di Ferrara per Marchetti, che elude la sorveglianza della retroguardia biancorossa e da posizione angolata piazza la palla sotto la traversa: 1-0. Colpito a freddo, il Campodarsego impiega alcuni minuti per ingranare, ma quando ci riesce fa paura. Al 61’ Lauria su punizione chiama in causa Lorello, sulla respinta si avventano due giocatori ospiti e la palla carambola sul palo. Trascorrono pochi minuti e Dei Poli stende Aliu lanciato a rete: l’arbitro lo grazia punendolo solo con il giallo. Poco male perché di lì a poco sugli sviluppi di un angolo gli ospiti pareggiano con un’incornata di Gal. Ѐ il 70’ e gli uomini di Masitto ora vogliono il sorpasso. Lorello è chiamato più volte agli straordinari ma nulla potrebbe sulla deviazione volante di Tanasa, che si divora l’1-2 a pochi passi dalla porta. L’Este tenta di uscire dalla morsa avversaria con un’incursione del solito Marchetti, che fa partire cross basso su cui l’intervento di Brino evita guai peggiori. Quando pare che il peggio sia alle spalle, ecco l’episodio che rischia di condannare i giallorossi. All’84’ su una furiosa mischia nell’area atestina vanno a terra in due. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è rigore. Sul dischetto si presenta Radrezza che però si fa ipnotizzare da Lorello, abile a distendersi alla sua sinistra salvando il risultato. Ѐ l’ultimo sussulto: termina 1-1.

Altre gare. Nuova debacle per l’Abano, che crolla 4-1 contro il Calvi Noale. Vincono senza problemi la capolista Mestre (3-0 esterno al Tamai) e la Triestina (3-0 interno alVigasio), mentre finisce in goleada la sfida tra Legnago e ed Eclisse (5-1). Successo prezioso per la Virtus Verona che viola il campo dell’Altovicentino. Tre punti d’oro anche per la Vigontina (2-1 al Belluno).

Serie D girone C, ventottesima giornata: Altovicentino-Virtus Verona 1-2, Noale-Abano 4-1, Este-Campodarsego 1-1, Legnago-Eclisse 5-1, Tamai-Mestre 0-3, Union ArzignanoChiampo-Montebelluna 2-0, Union Feltre-Cordenons 1-0, Vigontina San Paolo-Belluno 2-1, Triestina-Vigasio 3-0

Classifica: Mestre 72, Triestina 65, Campodarsego 49, Virtus Verona 45, Abano 44, ArzignanoChiampo 42, Belluno 38, Union Feltre 37, Este 35, Cordenons 35, Vigasio 34, Legnago 33, Montebelluna 33, Calvi Noale 32, Tamai 32, Altovicentino 28, Eclisse 19, Vigontina 19

Salva Articolo

Lascia un commento