Calcio, Este ko 3-0 nell’amichevole di lusso contro il Venezia di Pippo Inzaghi

Buona prova dei giallorossi contro un avversario fuori portata. Ma gli occhi sono tutti per lui, il bomber ex di Juve e Milan, campione del mondo con la Nazionale nel 2006

862

ESTE. Arriva Pippo Inzaghi e il Nuovo Comunale registra il tutto esaurito. Grande successo di pubblico per l’amichevole disputata sabato sera tra l’Este del patron Lucchiari, che si appresta a iniziare la tredicesima stagione consecutiva in Serie D, e il Venezia, recentemente promosso in Serie B e guidato in panchina dall’ex attaccante di Juve, Milan e della Nazionale italiana, con cui si laureò campione del mondo nel 2006. Una sfida di lusso terminata 3-0 in favore della compagine lagunare, avversario decisamente fuori dalla portata dei giallorossi.

Nonostante la sconfitta, i padroni di casa hanno offerto una buona prova collettiva, in particolare nella prima frazione di gioco. Diverse le indicazioni positive per mister Florindo, già al lavoro per preparare l’esordio stagionale in Coppa Italia, in programma domenica 27, contro il Delta Calcio Rovigo. Una settimana più tardi lo start del campionato, in casa con la Clodiense, che vede i giallorossi inseriti nel girone C. Per il Venezia un’ottima opportunità di testare la propria condizione fisica a pochi giorni dall’inizio del campionato cadetto, che scatterà sabato 26 con lo scontro al “Penzo” contro la Salernitana.

La partita. Nemmeno il tempo di sistemarsi sui seggiolini e il Venezia passa grazie al diagonale mancino di Moreo dopo una bella percussione in area, su cui Lorello resta di sale. Lo shock per l’immediato svantaggio rischia di mandare in confusione la giovane retroguardia atestina – 20,5 anni l’età media del pacchetto arretrato giallorosso – e Domizzi di testa sfiora il raddoppio già al 3′. Tra le fila arancioneroverdi si mette in evidenza lo scatenato Falzerano, ala destra del tridente offensivo di Inzaghi, contenuto a fatica da Cassandro per tutto il primo tempo.

Pur lasciando il pallino del gioco nelle mani del Venezia, l’Este prende coraggio e sfiora il gol del pari con Rondon (22′, Audero respinge con i piedi), Viviani (38′, palla fuori di poco) e Fioretti, puntualmente imbeccato dalle verticalizzazioni dei compagni. A pochi secondi dall’intervallo gli ospiti però raddoppiano con il potente tiro al volo di Pinato, appena dentro l’area. Nella ripresa l’intensità cala drasticamente e l’Este si rifugia nella propria metà campo, palesemente in difficoltà nella fase di costruzione del gioco. Il Venezia si affida al possesso prolungato e manca a più riprese il tris, che arriva al 76′ ancora con Pinato, abile a insaccare di testa il preciso corner di Stulac. Il match si chiude 3-0 ma a fine gara gli occhi sono tutti per “Pippo“, che nel post partita si concede ad autografi e foto di rito.

Tabellino Este-Venezia 0-3 (0-2)
Este (4-4-2): Lorello (80′ Magrini), Colacicco (58′ Ostojic), Cassandro, Serafin (58′ Florian), Ferrando (75′ Niero), Munaretto (75′ Omeragic), Boron (58′ Faggin), Viviani, Fioretti (58′ Ferrara), Rondon (75′ Tomasini), Dei Poli (46′ Gilli). A disposizione: Magrini, Ostojic, Omeragic, Niero, Faggin, Tomasini, Gilli, Ferrara, Florian, Tresoldi, Pozza, Pizzolato. Allenatore: Michele Florindo.
Venezia (4-3-3): Audero, Andelkovic (58′ Modolo), Domizzi (69′ Cernuto), Bentivoglio (46′ Stulac), Zigoni (61′ Mlakar), Moreo (69′ Fabris), Pinato, Suciu (69′ Soligo), Falzerano (61′ Fabiano), Zampano, Vitale (61′ Del Grosso). A disposizione: Vicario, Stulac, Soligo, Fabiano, Modolo, Mlakar, Russo, Fabris, Cernuto, Del Grosso. Allenatore: Filippo Inzaghi.
Reti: 1′ Moreo, 44′ e 76′ Pinato
Note: nessun ammonito. Arbitro Lamberti di Este. Spettatori 500 circa.

Salva Articolo

Lascia un commento