Basket, il Solesino si arrende in casa alla Virtus Isola: 48-60

La squadra di coach Maltarello, già certa dei playoff, non riesce a sopperire alle tante assenze (Tridente e Gasparello su tutti) e cede alla forte compagine veronese. Comunque positiva la prova dei giovani

734

SOLESINO. Secondo ko di fila per il Solesino, che dopo il brutto scivolone della scorsa settimana a Vicenza non riesce nell’impresa di fermare tra le mura amiche la corazzata Virtus Isola. Finisce 48-60, con gli uomini di coach Maltarello autori di una prova un po’ opaca, anche perché costretti a fare i conti con numerosi e pesanti forfait (su tutti quelli di Gasparello e Tridente). La sconfitta comunque è quasi indolore, perché i biancoazzurri sono già certi di disputare i playoff. Prossimo impegno in trasferta a Mestrino, squadra vista in grande difficoltà nelle ultime uscite: un’occasione da non perdere per sigillare il quinto posto e recuperare morale e condizione in vista della post season.

Il primo quarto per i padroni di casa è da incubo: Isola chiude bene l’area, trovando una discreta fluidità in attacco. Menendez e compagni costruiscono anche buoni tiri, ma il canestro sembra stregato e la palla non vuole saperne di entrare. Al 10′ la gara ha già preso una piega ben precisa (3-16). Lo scatto d’orgoglio del Solesino sembra ribaltare l’inerzia in avvio di secondo quarto: arriva un parziale di 9-0, ma è un’illusione che dura una manciata di minuti. Isola infatti riprende a macinare punti e resta saldamente al comando sul 21-31 del 20′. Nel terzo periodo il gap tra le due compagini aumenta e gli ospiti mettono in ghiaccio la partita toccando il +20 (32-52). Poco cambia nella frazione conclusiva: la Virtus gestisce senza troppi patemi, manda quattro uomini in doppia cifra (Perlini con 12, Pizzamiglio con 10, Gandini con 11 e Morati con 10) e porta a casa un risultato che le consente di sperare ancora nella promozione diretta in serie C silver. Il Solesino riesce a ridurre il passivo e dà minuti ai suoi giovani, che rispondono positivamente mettendo in campo grande energia. Termina 48-60.

Altre gare. Il Bam espugna il parquet de L’Argine e mantiene la testa della graduatoria. Determinante per decretare il passaggio in C sarà ora il match casalingo contro l’Arcella: se i termali vinceranno, potranno festeggiare per via dello scontro diretto favorevole nei confronti di Isola. Il Redentore (sconfitto proprio dall’Arcella) dice invece addio all’ultima possibilià di agguantare il quart’ultimo posto ma affronterà comunque i playout. Continua serrato il duello per la terza posizione tra San Bonifacio e Limena: tutto si deciderà all’ultima giornata. Prosegue la crisi del Mestrino, travolto dal Peschiera.

Serie D girone verde, quattordicesima giornata di ritorno, risultati: L’Argine-Abano Montegrotto 60-74, Limena-Roncaglia 66-58, Vigodarzere-Altavilla 42-56, Noventa-San Bonifacio 72-82, Araceli Vicenza-Gemini 86-53, Arcella-Redentore 81-69, Solesino-Isola 48-60, Peschiera-Mestrino 104-67

Classifica: Abano Montegrotto e Virtus Isola 52, San Bonifacio e Limena 42, Solesino 38, Altavilla 36, Peschiera 34, Roncaglia e Araceli 30, Arcella 28, Mestrino e L’Argine 20, Vigodarzere 16, Redentore 12, Noventa 8, Gemini 4

 

Salva Articolo

Lascia un commento