Basket. Redentore, ufficiale l’addio di coach Bagatella

276
(www.telestense.it)
(www.telestense.it)

Mirco Battistella, dirigente della Pallacanestro Redentore, parla della stagione appena conclusa e anticipa i piani futuri della società atestina.

– La Promozione ha mancato l’approdo ai playoff…

Il bilancio è indubbiamente negativo, le nostre aspettative ad inizio stagione erano ben altre. Purtroppo è stata un’annata strana, un’annata che ci ha visto perdere troppe gare interne non tanto per merito degli avversari ma per demerito nostro.”

– Cos’è mancato per arrivare a giocarsi la serie D?

“Secondo me è mancata solo la convinzione dei nostri mezzi, che non ci ha permesso di avere la giusta continuità nei risultati e ci ha fatto quindi sempre arrancare per cercare di stare vicino alla zona playoff.”

– A raccogliere l’eredità di coach Limena è stata la coppia Bagatella-Comisso. Col senno di poi, è stata la decisione giusta?

“Siamo ancora convinti che la scelta sia stata corretta e che il lavoro fatto dai due allenatori sia stato assolutamente all’altezza delle aspettative.

– Le voci che parlano di addio per coach Bagatella si fanno sempre più insistenti. Quale sarà il futuro tecnico della squadra?

“Confermo che coach Bagatella non allenerà la Promozione il prossimo anno ma che rimarrà comunque inserito nella la nostra rosa allenatori. La decisione non nasce dalla mancata qualificazione ai playoff, ma da esigenze personali del coach. Per quanto riguarda il futuro tecnico della squadra ci stiamo ragionando da parecchi giorni e abbiamo già delle soluzioni molto interessanti.”

– Capitolo Ortoman: il giovane prodotto del vivaio atestino ha disputato una buona stagione a Solesino, dove assieme ai compagni ha ottenuto una straordinaria promozione in serie C. Ci sono speranze di rivederlo al Redentore la prossima stagione?

“Questo dipenderà da lui, Francesco ha scelto di fare un percorso che direi gli sta dando molte soddisfazioni, quindi nel breve la vedo come una possibilità remota, in ogni caso per lui la porta, qui, è sempre aperta.”

– Ci saranno movimenti sul mercato, oppure la politica societaria sarà sempre quella di valorizzare gli elementi migliori delle giovanili?

Valorizzare i nostri giovani è sempre una priorità. Per quanto riguarda i ragazzi che vengono da fuori, contiamo che si fermino da noi, per quanto riguarda invece il mercato abbiamo delle novità ma è prematuro divulgarle ora.”

Dopo un inizio difficile, la Seconda Divisione ha centrato l’obiettivo playoff, pur venendo eliminata al primo turno. Quali sono i piani della società per questa squadra?

“Siamo contenti della Seconda Divisione e continueremo sicuramente a tenere in vita questa squadra. Per quanto riguarda i rinforzi vedremo il da farsi nelle prossime settimane, molto dipenderà dai ragazzi. Li incontreremo, faremo il punto della situazione e poi pianificheremo al meglio la nuova stagione.

Salva Articolo

Lascia un commento