Basket. Redentore, l’Under 19 vince, ma non basta: alle finali regionali ci sarà Treviso

323

20150512_221614L’Under 19 della Pallacanestro Redentore batte la Cestistica Verona 84-79 ma, complice la contemporanea vittoria di Treviso, non ottiene il pass per le finali regionali. Si chiude così un ciclo in casa atestina: l’anno prossimo, infatti, molti giocatori, per raggiunti limiti d’età, non faranno più parte di questa squadra.

La serata è quella delle grandi occasioni. La palestra dell’Itis euganeo è gremita, gli spalti sono pieni di tifosi di tutte le età. Il Redentore, sostenuto dal calore del proprio pubblico, vuole portare a casa una storica impresa. Nei primi due quarti sul parquet i ritmi sono forsennati, con un punteggio altissimo e continui ribaltamenti di fronte. I padroni di casa vanno al riposo avanti di otto lunghezze, ma il Verona è in partita e lo dimostra subito: in apertura di ripresa un parziale di 10-2 in favore degli ospiti riapre ogni discorso. Nel momento di maggiore difficoltà i ragazzi di coach Limena si affidano a un monumentale Mattia Sandrin e trovano un paio di triple di Guarini, che ridà ossigeno ai suoi e suona la carica. Il massimo vantaggio arriva a fine terzo periodo con un +12 che potrebbe significare, per il Verona, l’inizio della fine. Gli ospiti, invece, trovano ancora una volta la forza di reagire e si rifanno sotto nel finale di gara, sprecando però alcune importanti opportunità. Nonostante il comprensibile calo fisico, il Redentore regge l’urto e chiude la pratica dalla lunetta.

Ecco le parole di coach Limena, raggiunto da Estensione al termine della sfida.”Abbiamo onorato al meglio la fase regionale con due vittorie su tre partite, un risultato che in pochi avrebbero pronosticato. Anche a Treviso ci abbiamo messo il cuore, ma loro erano troppo forti e non è bastato. Ringrazio i nostri tifosi che stasera ci hanno sostenuto dal primo all’ultimo secondo: sono stati davvero il sesto uomo in campo.”

Salva Articolo

Lascia un commento