Innovazione, ecco MadeUp: l’idea rivoluzionaria di Luca Menesello e Thomas Berto

584
( fonte:
(Fonte:  www.made-up.it)

In una vetrina di un negozio vedete qualcosa che vi interessa. Volete saperne di più, quindi aprite Google, cercate la marca, poi il modello, poi il prezzo… Nel frattempo, il negozio ha già chiuso. E se bastasse passare il cellulare sopra quello che vi interessa per avere tutte le informazioni che cercate su quel prodotto? Ora si può grazie a MadeUp.

Cos’è MadeUp?

E’ una piattaforma web che fornisce vari servizi ad aziende (video qui):

  • garantisce al cliente l’originalità di un prodotto;
  • permette di controllare la distribuzione delle merci, per individuare eventuali mercati paralleli o mercati grigi;
  • crea un canale diretto tra consumatore e azienda produttrice.

 

Com’è nata MadeUp?

Tutto è iniziato nel gennaio 2014, quando un importante brand nel settore dell’abbigliamento aveva chiesto a un’azienda collaboratrice di trovare una soluzione al problema della contraffazione e della tracciabilità dei prodotti. Thomas Berto, 23 anni, laureato in ingegneria gestionale a Padova, uno dei fondatori di MadeUp, viene a conoscenza di questo problema. Nel frattempo, Luca Menesello, laureato in economia anche lui a Padova e a stretto contatto con H-Farm di Treviso, il più grande acceleratore di imprese in Italia, viene a sapere su cosa sta lavorando Thomas e decide di aiutarlo. «Dopo lunghe chiacchierate e molti caffè, abbiamo trovato una soluzione per le merci contraffatte… il tag NFC!». Così Luca e Thomas hanno presentato la loro idea a H-Farm che li ha ascoltati e ha deciso di seguirli nella crescita della loro azienda. «Quella che prima era solo un’idea ha iniziato a prendere forma, fino a diventare quello che è ora».

Come funziona Made-Up?

«È molto semplice, noi poniamo sopra un prodotto uno specifico tag NFC, una tecnologia a corto raggio (un microchip con un’antenna che trasmette le informazioni dentro il chip a un lettore NFC, presente nella gran parte degli smartphone, NdA). Nel tag NFC, noi di MadeUp inseriamo le informazioni del prodotto che l’azienda vuole comunicare. Poi la palla passa al cliente, che senza scaricare applicazioni dovrà soltanto passare col il proprio smartphone sopra il tag NFC. E il gioco è fatto. A tutto il resto pensiamo noi. In pratica, pensate a un’azienda che produce cappelli e che abbia gravi problemi dovuti a mercati grigi che vendono i suoi cappelli attraverso canali di distribuzione non autorizzati o diversi da quelli decisi dall’azienda. Ecco MadeUp può, ad esempio, aiutare l’azienda a scovare questi mercati paralleli per poi bloccarli».

Ma non è tutto, ai consumatori, ovvero tutti noi, MadeUp assicura che quello che stai comprando sia veramente prodotto dall’azienda desiderata. Cosa ormai sempre più difficile a capire, per la grande quantità di merce contraffatta. Pensate a una camicia, chi vi assicura che quella camicia sia prodotta dallo stesso brand che è indicato sull’etichetta? Ora lo fa MadeUp. «Ultimo ma non ultimo, MadeUp crea un ponte diretto tra azienda che produce qualcosa e consumatore che vuole comprare o ha già quel qualcosa. Sì, perché la tecnologia usata da MadeUp può essere usata non solo in negozio, per avere informazioni riguardo un prodotto. Può essere molto utile anche dopo. Ad esempio, il cappello che ho comprato, come lo lavo? A che temperatura? O ancora, quali dolci posso cucinare con la nuova farina che ho preso? Ecco MadeUp può servire anche a questo: passaggio di informazioni tra chi produce e chi usa il prodotto».

(Fonte: www.made-up.it)
(Fonte: www.made-up.it)

MadeUp è ancora giovane, ma i premi e riconoscimenti non mancano, anzi, abbondano:

  • Finalist of Decoded Fashion Milan 2014;
  • Vincitori del Premio CNA di .itCup 2014;
  • Vincitori del Premio innovatori ICT a Smau Milano 2014;
  • Vincitori di Smau Berlino 2014.

 

«Noi di MadeUp siamo felici di poter contribuire, nel nostro piccolo, a preservare il Made in Italy nel mondo. Come imprenditore e avventuriero, credo nella rivoluzione digitale che sta stravolgendo ogni modello di business. Penso che in Italia ci sia ancora spazio per giovani che vogliono intraprendere un’iniziativa. Credo ancora in un’Italia che funziona e cerco di dimostralo ogni giorno a tutti quelli con un pensiero negativo» conclude Luca.

Infine, ecco 10 giovani aziende italiane che Luca consiglia di tener sott’occhio:

  • Depop (Fashion & Design)
  • Mingardo (Fashion & Design)
  • Pura Esperienza Artigiana (Fashion & Design)
  • Antlos (Travel)
  • Faberest (Travel)
  • Fatture in Cloud (Digital Tools)
  • Supermercato 24 (Digital Tools)
  • My Smark (Digital Tools)
  • Drink Out (Food and Beverage)
  • 2 Pay (FinTech)

 

TEAM di MadeUp: Carlo Carraro, Enrico Pettinato, Alberto Garbui, Kambo Klodian, Thomas Berto, Luca Menesello.

Sito MadeUp: www.made-up.it

Link Video MadeUp: https://www.youtube.com/watch?v=4EoXRgVmRnI

Salva Articolo

Lascia un commento