Monselice, prende ufficialmente il via il progetto CasaLab

A 10 anni dall'apertura, svolta epocale per l'agenzia immobiliare di via Cristoforo Colombo: Davide Rosa racconta i motivi che hanno spinto ad abbandonare il marchio in franchising Tecnorete

1586

(Testo a cura di Davide Rosa di CasaLab)

Maggio 2018. Si alza il sipario su CasaLab – Consulenti immobiliari. Un marchio nuovo, per l’agenzia immobiliare più conosciuta di Monselice. Ciò che non cambia sono le persone, con lo staff al completo saldamente al suo posto.

Abbiamo intervistato Davide Rosa, uno dei titolari dell’agenzia, nonché responsabile dell’area marketing della stessa, per capire le ragioni di una scelta così importante. Con lui siamo andati dritti al punto, senza inutili giri di parole. La partnership che ci lega, con la seguitissima rubrica immobiliare di cui è autore, da mesi pubblicata tra le nostre pagine, ci ha permesso di strappare un’intervista che – statene certi – farà discutere.

«L’idea di un marchio indipendente nasce un paio d’anni fa. Un progetto che ha richiesto tempo e sacrificio per il suo perfezionamento, prima del lancio ufficiale. Prima però, permettimi di rispondere a chi potrebbe muovere illazioni sul fatto che usciamo da Tecnorete per motivi economici (le agenzie in franchising pagano una sorta di affitto mensile del marchio e dei servizi offerti dalla società proprietaria del brand, ndr). Fortunatamente abbiamo sempre navigato in acque tranquille, seppur negli ultimi 10 anni il mercato immobiliare non ha di certo passato il suo periodo più florido. Ci siamo sempre fatti “un mazzo tanto”, e con noi, i “fornitori” hanno sempre dormito sonni tranquilli!».

«Non a caso uso il termine “fornitore”, anche per descrivere il nostro rapporto con Tecnorete. Un semplicissimo “fornitore”, alla pari dell’Enel per la corrente elettrica o della Tim per il telefono, tanto per capirci! Dal canto nostro, eravamo convinti di intraprendere quest’avventura con un “partner“. Un’azienda che ci avrebbe fornito non solo il marchio, un’insegna, dei moduli prestampati, ma anche assistenza, innovazione, formazione di qualità per stare al passo coi tempi. Un partner con cui condividere valori comuni, per rivalutare una professione, quella dell’agente immobiliare, dall’altissima valenza sociale».

«Purtroppo (o per fortuna) la crisi economica ha fatto emergere i limiti di un sistema che non poteva durare a lungo. Un numero elevatissimo di agenzie immobiliari in franchising, spazzato via dalla crisi di settore. Ragazzi giovanissimi, che avevano iniziato come noi questo mestiere nei primi anni Duemila, costretti a chiuder bottega e cambiare lavoro. C’era qualcosa che non andava, e dovevamo capire in fretta cosa, per non rischiare di fare la stessa fine».

Cosa avete fatto?

«Abbiamo cominciato ad “ascoltare davvero” le persone. A capire cosa ci chiedevano “tra le righe”. Di cosa avessero bisogno quando si rivolgevano a un agente immobiliare. Ecco che le competenze, la trasparenza negli affari, le risposte chiare e all’occorrenza dirette senza tanti giri di parole, erano ben più importanti di quale marchio ci fosse in vetrina, del sito Internet più “figo” al mondo, della giacca e cravatta.

Abbiamo condiviso le esigenze della gente lì fuori, con il nostro fornitore. Solo col tempo ci siamo resi conto che il nostro obiettivo, cambiare quel “vecchio modo di fare agenzia immobiliare“, era ben distante dal loro. Solo due anni fa, quando il mercato immobiliare ha dato i primi segnali di leggerissima ripresa, abbiamo aperto definitivamente gli occhi, e capito che eravamo ad un bivio».

Spiegaci meglio.

«Da un lato c’eravamo noi, io, Leo, Elena e Filippo, ma anche il buon Fabio che poi per problemi di salute ha dovuto abbandonare, il nostro impegno per migliorare il servizio erogato dall’agenzia e per diventare un punto di riferimento nel mercato immobiliare di Monselice e dintorni.

Dall’altro Tecnorete, il Gruppo Tecnocasa del quale facevamo parte e il loro obiettivo di ricominciare ad aprire agenzie a destra e a manca nel territorio italiano, tramite l’inserimento di ragazzi giovanissimi con poca, se non pochissima, esperienza nel settore. Proprio adesso. Proprio adesso che c’è bisogno di professionisti con un elevato bagaglio di competenze. Proprio adesso, dopo anni dove le persone hanno completamente perso la fiducia nel nostro settore. Proprio adesso rimettiamo nelle mani di giovanissimi poco più che ventenni, allo sbaraglio più completo, le necessità di vendere o comprare casa di un popolo che, a stento, è sopravvissuto a una delle crisi più drammatiche della storia italiana».

Idee diametralmente opposte, immagino non sarebbe stato semplice farle conciliare.

«Proprio allora si è fatta viva l’idea di abbandonare un marchio che, a Monselice, avevamo diffuso e fatto conoscere a tantissime persone. Un marchio, Tecnorete, che sentivamo nostro, e in cui i clienti si identificavano, apprezzando la schiettezza e l’onestà nella gestione degli affari.

Per chi ha un’azienda, un negozio, una qualsiasi attività commerciale, sa perfettamente l’importanza del nome o del marchio sopra la testa, per farsi riconoscere dai suoi clienti. Soprattutto dopo dieci anni dove questo nome è apparso su un quintale di volantini distribuiti, sugli striscioni appesi in tutte le sagre di Monselice, sulle bacheche in piazza, all’ospedale, al centro commerciale Airone, raggiungendo in maniera capillare le case di tutti i nostri concittadini e non solo».

Una scelta coraggiosa la vostra. Quasi azzardata, a guardar bene.

«Sì, hai ragione, ma i nostri valori erano più importanti! A costo di dover rinunciare ad un marchio su cui l’agenzia aveva pesantemente investito in questi dieci anni, per farlo conoscere nel territorio di nostra competenza. Abbiamo pensato che Davide Rosa, Leonida “Leo” Todaro, Elena Rosa, Filippo Molon, i nostri nomi e cognomi, fossero il miglior investimento fatto in questi anni, e che nessun marchio ci avrebbe impedito di portare avanti il nostro progetto.

Abbiamo riunito sotto CasaLab – Consulenti immobiliari le nostre competenze, la nostra esperienza pluriennale, il “nostro modo di fare agenzia immobiliare”, lo stesso che le persone hanno visto e apprezzato in tutti questi anni, dove professionalità e trasparenza nella gestione degli affari sono – e saranno sempre – ai primissimi posti d’importanza».

In bocca al lupo ragazzi!

Se devi vendere o comprare casa, puoi trovare lo staff CasaLab in via Cristoforo Colombo 71, a Monselice. L’ufficio si trova nelle immediate vicinanze del centro commerciale Airone, circa 200 metri dopo sulla destra per chi proviene da Este, 200 metri prima sulla sinistra per chi proviene da Padova. È necessario però fissare appuntamento, chiamando il numero 0429 767302 o inviando un messaggio WhatsApp al numero 345 9904715.

(Informazione pubblicitaria)

Salva Articolo

Lascia un commento