La motivazione nell’allenamento funzionale

859
(Informazione pubblicitaria. Testo a cura di Matteo Zenna, personal trainer funzionale per il ciclismo e il triathlon)

“Innanzitutto dì a te stesso chi vuoi essere; poi fa’ ogni cosa di conseguenza”. È con questo aforisma che voglio iniziare a parlare di motivazione nell’allenamento: al di là del fine ultimo per cui ci si allena (estetico, salute, performance sportiva) prima di tutto bisogna porsi questa domanda: chi voglio essere? Voglio essere una persona migliore? Voglio essere un campione nel mio sport? Voglio essere in salute? Benissimo: una volta maturata questa scelta devo adottare dei comportamenti che siano coerenti con la mia decisione. Non solo con l’allenamento, ma ponendo attenzione alla mia alimentazione, alla gestione del sonno, dello stress e di tutti i vizi e piaceri che (giustamente) ci concediamo.

Approcciarsi a un cambiamento di stile di vita con questa mentalità è sicuramente il modo migliore per perseverare nella propria decisione. Ogni volta che si incontrano delle difficoltà, dei cali di entusiasmo devo sempre tenere a mente: chi ho deciso di essere? Voglio restare lo stesso di ieri? Allora continuo ad adottare gli stessi comportamenti che ho adottato negli ultimi anni della mia vita. Voglio essere una persona migliore, non solo fisicamente ma anche caratterialmente ed emotivamente? Devo indirizzarmi verso dei comportamenti che mi permettano di raggiungere questo obiettivo. Senza rendersene conto si arriverà a fare proprio una serie di abitudini di cui non potremo più fare a meno e riusciremo a raggiungere risultati strabilianti.

In questo contesto l’allenamento funzionale trova la sua naturale collocazione in quanto permette alla persona di sviluppare le proprie capacità condizionali (forza, velocità e resistenza) e coordinative in maniera graduale, personale e sicura, potenziando l’effetto positivo di uno stile di vita virtuoso. Siamo ben consci che l’allenamento è solo una piccola parte della nostra quotidianità, non pretendiamo che tutto ruoti attorno ad esso, ma siamo anche convinti che i workout funzionali proposti alla palestra Move di Monselice siano un connubio perfetto tra allenamento, divertimento e socialità.

L’allenamento di gruppo, infatti, consente di sviluppare un clima di relazioni positive, che rilanciano continuamente la motivazione, permettendo il confronto con i propri pari, nella ricerca ad esempio di una “sfida” col proprio compagno di allenamento. Spronandosi reciprocamente prima e durante ogni workout si possono superare dei limiti che troppo spesso ci poniamo allenandoci da soli.

Salva Articolo

Lascia un commento