Calcio, Este e Abano a caccia del primo successo in campionato

Nel girone C di Serie D giallorossi hanno voglia di riscattarsi dopo due sconfitte. I neroverdi hanno raccolto un punto in due partite e sono in cerca d'identità

1353

ESTE. L’Este è a caccia del primo successo stagionale dopo un esordio di stagione in serie D tra alti e bassi, e soprattutto con zero punti in carniere. Quanto di buono visto contro l’ostica Clodiense, la squadra di Chioggia (risultato finale Este-Clodiense 1-2) non si è poi confermato in occasione della trasferta contro il Delta. I rodigini di mister Cavallari infatti hanno dominato l’Este per tutti i 90 minuti, “incattiviti” agonisticamente dal 2-0 rimediato in apertura di stagione contro il Belluno. Questa la situazione alla vigilia della gara Este-Ambrosiana, secondo le preview delle quote dei migliori siti di scommesse, gara che è improntata all’equilibrio in campo. Più facile il compito, visto dal lato dei bookmakers, per il Delta Porto Tolle che ospita i veronesi del Legnago Salus. Tutta da capire la caratura dell’Abano che sarà ospite del Calvi Noale, squadra esperta e quadrata.

Certo che una ulteriore sconfitta dei giallorossi dell’Este rischierebbe di frustrare i sogni di gloria di inizio campionato della squadra atestina. Che clima si respira nella città murata? Lo racconta sul Mattino di Padova Francesco Vigato intervistando uno dei “senatori” del gruppo: Damien Florian. «Non dobbiamo preoccuparci», spiega Florian, «anche perché, se si inizia a cedere alla paura alla terza giornata, è meglio lasciar perdere il calcio e cambiare sport. È proprio questo che dobbiamo insegnare agli “under” a non buttarsi giù dopo un risultato negativo».

E sulla sponda aponense che aria tira in vista della partita contro il Calvi Noale? Lo spiega il mister Franco Gabrieli, indimenticabile giocatore del calcio Padova di Sandreani che conquistò la serie A. I neroverdi di Gabrieli, come detto, le hanno “prese” con il Porto Tolle, tenendosi distanti da quanto di positivo avevano fatto vedere con le squadre di Arzignano e Motta di Livenza. «È mancata la reazione», spiega il capitano Davide Carteri, centrocampista già bandiera del Cittadella. «Sfortunatamente, in questo periodo prendiamo gol nelle prime battute di gioco e quando si ripetono queste situazioni è difficile impostare una rimonta, soprattutto contro squadre di una certa caratura». Adesso non ci resta che aspettare il fischio d’inizio di domenica 17 alle 15.00.

Salva Articolo

Lascia un commento