Tangentopoli nelle Terme, Berti (M5S): “Il sindaco di Abano stava per candidarsi nella lista Tosi”

476
(Foto: www.youtube.com)
(Foto: www.youtube.com)

Smaltita la rabbia per il rifiuto della Moretti a firmare l’impegno grillino sul taglio dei costi della politica, il candidato presidente veneto del Movimento 5 Stelle punta il dito contro la nuova “Tangentopoli” emersa nelle Terme. “Siamo gli unici puliti e vogliamo un Veneto pulito” scrive Berti sulla sua pagina Facebook, stavolta assumendo come bersaglio Flavio Tosi. “Il Sindaco di Abano Terme indagato per corruzione stava per candidarsi come consigliere alle elezioni regionali con la lista Tosi, forse perché convinto di giocare in casa avendo già avuto il candidato Presidente Flavio Tosi un vicesindaco arrestato per corruzione. E lo stesso Tosi sembra aver molti aspetti della sua carriera sui quali dovrebbe far più luce.” Berti fa riferimento ai presunti legami del sindaco veronese con imprenditori vicini alla ‘Ndrangheta, e alle recenti dichiarazioni della presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi secondo la quale la città scaligera sarebbe “un punto di fragiltà nella Regione dal punto di vista delle infiltrazioni” della criminalità organizzata. Parole etichettate da Tosi come “affermazioni strampalate da campagna elettorale”.

Il pentastellato, però, rincara la dose. “La recente indagine nei confronti dei due Sindaci della Zona Termale Euganea mette ancor più in evidenza quanto la lotta contro la corruzione e la malapolitica che il Movimento 5 Stelle sta portando avanti, non abbia solo una declinazione nazionale, ma soprattutto locale. L’unico soggetto politico che ad oggi sta lottando per l’ambiente ed il territorio senza avere indagati nelle proprie fila è il Movimento 5 Stelle, il quale sta raggiungendo risultati eccellenti ancor prima di essere al governo della Regione.”

“Pensate per un attimo a cosa si potrebbe fare al governo del Veneto. Se questo pensiero vi emoziona, se se siete stanchi di tutto questo, allora avete già scelto. Saremo i vostri portavoce” conclude Berti rivolgendosi direttamente agli elettori.

Salva Articolo

Lascia un commento