Solesino, il Comune monitora il campo elettromagnetico generato dagli impianti di telefonia

374

 

Fonte: Google Maps
Fonte: Google Maps

Il Comune di Solesino, e in modo specifico la figura dell’Assessore all’ambiente Gianni Minazzo, ha predisposto un servizio di monitoraggio del campo elettromagnetico generato dagli impianti della telefonia mobile sul territorio comunale. Il servizio, già attivo dal 14 maggio 2015 e con una durata prevista di 3 anni, è integrativo con l’attività di controllo che l’Arpav svolge, e consiste nell’installazione di una centralina per la misura del campo elettromagnetico ad alta frequenza nei punti ritenuti maggiormente sensibili in prossimità delle antenne. Il monitoraggio è permanente, cioè 24 ore su 24.                                                                  

La centralina rimarrà ferma su uno stesso punto di monitoraggio a discrezione dei tecnici comunali e opportunamente spostata su vari punti ritenuti sensibili e in base alla disponibilità delle strutture ad installare temporaneamente lo strumento. Il primo punto di monitoraggio eseguito presso un edificio in via Papa Giovanni XXIII dove si è registrato un valore medio di campo elettromagnetico inferiore a 1 V/m. In questo caso il valore di attenzione da rispettare è di 6 V/m. L’Ufficio Ambiente provvederà nelle prossime settimane a chiedere la disponibilità ad ospitare la centralina nelle proprietà private e/o pubbliche vicine agli impianti di telefonia attivi.

L’iniziativa vuole informare la cittadinanza attraverso la pubblicazione sul sito del Comune dei risultati dei monitoraggi con cadenza settimanale. La mole di dati e di informazioni sullo stato dell’ambiente di Solesino sarà funzionale a controllare l’attività dei gestori della telefonia mobile.

L’Assessore all’Ambiente Gianni Minazzo, promotore di tale iniziativa ha dichiarato: “Da sempre la nostra amministrazione si qualifica per la sua sensibilità per la salvaguardia e la qualità ambientale del nostro paese. In questi ultimi anni (con la collaborazione della Polab srl),  ho organizzato progetti formativi per “l’Uso consapevole delle tecnologie”  nella scuole secondarie di primo grado di Solesino con l’obiettivo di far comprendere ai ragazzi che il l’utilizzo prolungato del cellulare può essere causa di problemi molto seri alla salute dell’uomo. Tuttavia, esistono accorgimenti e comportamenti che permettono di evitare problematiche più serie come l’uso delle cuffiette, utilizzare il vivavoce, non dormire con il cellulare sotto il cuscino, ecc. Il Comune di Solesino è l’unico comune della bassa padovana che gestisce una servizio di controllo dei campi elettromagnetici e sicuramente uno dei pochi in tutta la Provincia”.

Salva Articolo

Lascia un commento