Sant’Angelo di Piove di Sacco, Salmaso stravince e continua sulle orme di Boischio

438
(Foto della lista vincitrice Uniti per Sant'Angelo)
(Foto della lista vincitrice Uniti per Sant’Angelo)

Oltre che per le Regionali, il 31 maggio i cittadini di ben sei Comuni del padovano sono stati richiamati alle urne per riassettare la nuova giunta comunale. Sono stati chiamati al voto 5730 santangiolesi che hanno risposto in modo ottimale a livello di affluenza: il 72,42% degli aventi diritto al voto si è presentato nei seggi tra le 7 e le 23 di ieri. Dato positivo seppur in calo se paragonato alle elezioni del 2010, quando il flusso elettorale si aggirava all’80%.

I 4150 votanti, divisi tra i seggi di Sant’Angelo, Celeseo e Vigorovea, hanno potuto scegliere fra tre liste capitanate da esponenti ben conosciuti nella realtà locale cittadina: Mariano Salmaso, Fabrizio Daniele e Lorenzo Tasca. Nonostante la buona campagna elettorale di Tasca e Daniele per loro non c’è stata storia, sin dai primi minuti dello scrutinio il candidato di Uniti per Sant’Angelo ha preso il largo nelle preferenze. Erede di Boischio, Mariano Salmaso già a metà spoglio delle schede aveva la fascia tricolore tra le mani. A dati ufficiali alla mano, vincendo anche nei seggi ostici di Vigorovea e Celeseo, il neo sindaco è stato eletto con il 46,02% staccando Tasca (27,32%) e Daniele (26,64%) di ben 20 punti percentuali.

Nel segno della continuità e dell’innovazione, Salmaso segue le orme del predecessore di centrosinistra Boischio: “Un risultato importante che dà forza alle nostre idee e proposte per il futuro del nostro paese. È stata una campagna elettorale intensa che ci ha messo in contatto con molte persone, associazioni, realtà imprenditoriali ed economiche”. Il commento sul futuro: “Coesione e plurifunzionalità sono gli elementi di forza della nostra squadra. Siamo consapevoli delle grandi sfide che ci aspettano e ci impegneremo con concretezza nell’attuare il nostro programma auspicando un confronto costruttivo anche con le opposizioni”.

A Sant’Angelo, per la prima volta, ha concorso alle amministrative una lista leghista. In un territorio storicamente di centrosinistra, positiva è stata la prestazione di Fabrizio Daniele, candidato sindaco della Lega Nord che ai nostri microfoni si dichiara “molto più che soddisfatto per il risultato ottenuto”. Il segretario leghista di sezione parla a nome della squadra: “Siamo davvero contenti in quanto siamo riusciti a dare un riferimento ai numerosi simpatizzanti della Lega Nord. Noi, da subito, lavoreremo per creare un centrodestra forte a Sant’Angelo”. Uno solo il rimpianto per Daniele e il suo team: “Ci rammarica che gli altri esponenti del centrodestra abbiano preferito correre nascondendo la propria identità politica“.

Salva Articolo

Lascia un commento