venerdì 3 Aprile 2020
Home Politica Bassa Padovana Piazza Mazzini trasformata in parcheggio, il Pd: «Stop al suo stupro»

Piazza Mazzini trasformata in parcheggio, il Pd: «Stop al suo stupro»

MONSELICE. «Stop allo stupro di piazza Mazzini». È questo il messaggio lanciato all’amministrazione da Francesco Corso, Vittorio Ivis e Rino Biscaro, i consiglieri comunali del Partito Democratico. Da qualche settimana la principale piazza di Monselice è infatti oggetto di un’invasione di auto senza precedenti. Sono decine gli automobilisti che nelle ore serali utilizzano lo spazio come un vero e proprio parcheggio, disponendosi ordinatamente. Lo dimostra la presente foto, pubblicata sul gruppo “Sei di Monselice se…”, il principale angolo social della città della Rocca. Sulla piazza, però vige un divieto assoluto di sosta, eccetto per quanto riguarda il lato di via Dante, regolato da un parcheggio a pagamento.

«Sicuramente tra questi automobilisti qualcuno in buona fede, magari non residente, ci sarà; ma si tratta pur sempre di un gesto incivile, che non può trovare giustificazione per la maggioranza dei casi» spiegano i tre consiglieri di opposizione, la cui preoccupazione è rivolta in particolare all’antica pavimentazione in trachite della piazza. «È concreto il pericolo che inizino ad emergere zone dissestate e disomogenee, o che uno dei veicoli parcheggiati perda dell’olio, danneggiandola irreversibilmente. Tollerare scempi come questo significa accettare che la piazza resti morta, quando invece avrebbe bisogno di essere valorizzata e rilanciata come luogo di aggregazione anche serale».

«Non vogliamo sentire ulteriori scuse riguardanti le ristrette disponibilità dell’organico dei vigili e del personale di sorveglianza» dicono i dem, riferendosi alle dichiarazioni arrivate nei giorni scorsi dal vicesindaco Andrea Parolo, che aveva giustificato tale “giungla urbana” con la sospensione temporanea del servizio di Polizia locale nelle sere dei weekend. I tre consiglieri chiedono un intervento tempestivo: «Questa situazione è ormai un’emergenza e come tale va affrontata, subito». Interpellata, l’amministrazione di Monselice non ha ritenuto opportuno esporre la propria posizione sul tema.

Giacomo Visentin
Giacomo Visentin
Classe 1992, laureato in Comunicazione a Padova e in Editoria e Giornalismo a Verona, lavoro in uno studio di comunicazione con sede a Vicenza. Nel tempo libero coordino Estensione, che ho fondato nel 2012 e di cui sono il presidente. Interista e ferrarista, sono appassionato di politica, media, sport e tematiche ambientali.

Non perderti le ultime notizie e i prossimi eventi. Iscriviti alla newsletter!

RESTA CONNESSO

13,355FansMi piace
1,929FollowerSegui

RICERCA ARTICOLI

  • Categorie

  • Autori