lunedì 16 Settembre 2019
Home Politica Bassa Padovana Fratta-Gorzone, in arrivo 23 milioni per la bonifica del "bacino dei veleni"

Fratta-Gorzone, in arrivo 23 milioni per la bonifica del “bacino dei veleni”

VENEZIA. È stato firmato oggi pomeriggio a Palazzo Balbi, alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e dell’assessore regionale all’Ambiente Gianpaolo Bottacin, l’accordo integrativo per la tutela delle risorse idriche del Fratta-Gorzone. Il patto sblocca un finanziamento di 23 milioni di euro istituito dal Ministero e destinato al risanamento ambientale della parte alta del bacino, tristemente noto per la contaminazione da sostanze perfluoroalchiliche (Pfas) delle proprie acque.

Il documento è stato sottoscritto, oltre che dal Ministero dell’Ambiente e Regione Veneto, anche da Autorità e Consigli di bacino, Province e Comuni interessati, Arpa Veneto, gestori di fognature e impianti di depurazione, associazioni rappresentative di industriali, artigiani e aziende operanti sul territorio. Dei 23 milioni stanziati, 13 saranno destinati al miglioramento della qualità dei corpi idrici e quindi al trattamento delle acque; i restanti 10, invece, serviranno alle aziende del distretto conciario vicentino per intervenire su scarichi di fognature, collettori e impianti di depurazione, oltre che per garantire acqua potabile di qualità.

Entro 30 giorni – condizione posta dal Ministero dell’Ambiente per la firma – dovrà essere definito un programma preliminare di interventi: la Regione Veneto proporrà al Ministero delle “schede di intervento“, in cui saranno specificati descrizione, costo previsto, cronoprogramma e beneficiario di ciascun’azione. Il Ministero provvederà alla valutazione e all’eventuale miglioramento di queste, prima di passare all’effettiva fase esecutiva. La firma dell’accordo odierno consente inoltre di programmare gli altri 80 milioni di euro predisposti a dicembre dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) e finalizzati al contrasto dell’inquinamento da Pfas nelle acque delle province di Padova, Verona e Vicenza.

Lascia un commento

Giacomo Visentin
Giacomo Visentin
Classe 1992, ho in tasca due lauree, un Erasmus in Portogallo e diverse collaborazioni nel settore della comunicazione, da Cafè Tv 24 al Corriere del Veneto. La mia esperienza più bella rimane Estensione, che ho fondato nel novembre 2012 e di cui sono tuttora direttore editoriale. La politica, i media e lo sport le mie passioni più grandi.
- Advertisment -

Da leggere

Incidente con cinghiale, come ottenere il risarcimento dei danni

Capita sempre più frequentemente di trovare dei cinghiali sulle strade del bacino dei Colli Euganei. La presenza di questi animali selvatici all’interno della carreggiata,...
bar-footer
bar-footer