mercoledì 17 Luglio 2019
Home Politica Piove di Sacco, sconto fiscale per i locali anti-slot

Piove di Sacco, sconto fiscale per i locali anti-slot

( Foto www.datamanager.it )
(Fonte foto: www.datamanager.it)

Sconti anticipati quest’anno a Piove di Sacco. Per il secondo anno consecutivo l’amministrazione comunale piovese riduce del 15% la tassa di occupazione del suolo pubblico per tutti i locali pubblici che rinunciano a slot machine e videopoker. Dopo Brugine e Legnaro, nella Saccisica continua la crociata per arginare il gioco d’azzardo: un taglio ai costi delle tasse pubbliche per convincere commercianti a sbarazzarsi delle macchinette “mangiasoldi”. Questo compromesso del Comune ha avuto buoni riscontri: sono almeno una decina gli ambienti pubblici che nel 2015, rinunciando a slot machine e videopoker, hanno risparmiato centinaia di euro beneficiando dello sconto fiscale del canone Osap.

La lotta al gioco d’azzardo nel Piovese è nata da un’elevata presenza di slot machine: sembrerebbe infatti, dai dati emergenti dagli elenchi pubblici del sito ufficiale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dello Stato, che solo a Piove di Sacco siano ben 50 gli esercizi pubblici dotati di giochi, circa uno ogni 396 cittadini. Il rapporto si abbassa vertiginosamente a Brugine e, soprattutto, a Legnaro dove, grazie a una politica ferrea anti-slot, ci sono rispettivamente un gioco per 583 bruginesi e uno ogni 1248 legnaresi.

Gianella e Co. continuano nella loro battaglia e nella delibera comunale affermano: «La realizzazione di questa previsione mira a porre in essere, tramite la leva fiscale, un preciso strumento per disincentivare la disponibilità nei pubblici esercizi (bar e simili) dei giochi elettronici: quegli apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici per il gioco d’azzardo che hanno insita la scommessa o che consentono vincite puramente aleatorie di un qualsiasi premio in denaro o in natura o vincite di valore superiore ai limiti fissati per i giochi leciti (escluse le macchine vidimatrici per i giochi gestiti dallo Stato); dove dunque il risultato del gioco dipende principalmente dalla fortuna, ossia dal caso».

Lascia un commento

Giada Trincanato
Giada Trincanato
Un quarto di secolo appena compiuto, figlia del mondo e dell'avventura. Il caos è il mio regno, come lo sono uno scoglio sul mare e uno stadio gremito. Mangiatrice di libri e viaggi, sognatrice a tempo pieno. Fantastico ancora di poter vivere di pura scrittura, sempre con un biglietto in mano e una vita da raccontare.
- Advertisment -

Da leggere

Incidente con cinghiale, come ottenere il risarcimento dei danni

Capita sempre più frequentemente di trovare dei cinghiali sulle strade del bacino dei Colli Euganei. La presenza di questi animali selvatici all’interno della carreggiata,...
bar-footer
bar-footer