Montegrotto, albergatori e commercianti potranno “adottare” un’aiuola

319
La zona pedonale di Montegrotto. Fonte foto (www.panoramio.com).
La zona pedonale di Montegrotto. Fonte foto (www.panoramio.com).

Le associazioni di categoria, per mano dei propri portavoce, Lorena Durello, presidente di Ascom Montegrotto, Giulia Zanettin, presidente del consorzio alberghiero Aquahotels ed Emanuele Boaretto, leader dell’associazione albergatori, hanno recentemente stabilito assieme al Commissario Prefettizio Aldo Luciano, rappresentato dal segretario generale Paola Peraro, alcune direttive che permetteranno alla città di Montegrotto Terme di mostrarsi in tutto il suo splendore entro il prossimo settembre.

Le principali operazioni di riqualificazione delle aree urbane prevedono interventi al verde pubblico, ponendo un occhio di riguardo alle zone sampietrine in cui sono ubicati gli hotel chiusi, che spesso versano in condizioni di degrado, e alla manutenzione dell’impianto elettrico, che verrà assestato entro la fine dell’estate, in seguito ai recenti blackout che hanno colpito piazza I° Maggio e via Petrarca. Oltre a queste migliorie, di cui si occuperà il comune termale, è stata proposta da Lorena Durello, in accordo con gli albergatori sampietrini, l’iniziativa “Adotta un’aiuola“. E’ questo un progetto volto ad abbellire le aree verdi nelle vicinanze di negozi, attività commerciali, alberghi e più in generale dell’intera città. Chi deciderà di prendervi parte, oltre che piantare fiori e piccole piante, dovrà provvedere all’irrigazione e alla manutenzione delle aree verdi, estirpando le erbacce.

Abbiamo chiesto alla presidente Ascom come “Adotta un’aiuola” possa dar nuova vita alle vie di Montegrotto e incentivare il turismo e la visibilità dei negozi. “Penso che in un momento di grande criticità come quello che la città sta vivendo, questo progetto sia un modo concreto per creare sinergia e collaborazione fra i vari attori del momento: commercianti, albergatori, cittadini e amministrazione. Credo, anzi sono sicura, che l’immagine del paese ne trarrà beneficio e forse ci sarà più rispetto verso il bene comune, dato che ne siamo tutti artefici. In un paese più armonioso si è sicuramente più invogliati a passeggiare e, perché no, a fare acquisti. Non crediamo ai miracoli e non crediamo che da sola questa iniziativa sia la pace per tutti i mali, ma sicuramente sarà una partenza positiva.”

Salva Articolo

Lascia un commento