Montagnana, dal Ministero 900 mila euro per il restauro delle mura

463
(Foto: commons.wikimedia.org)
(Foto: commons.wikimedia.org)

900 mila euro per migliorare la tenuta della cinta muraria. Sarà un’Epifania dal dolce sapore per Montagnana, che beneficerà di un fondo stanziato dal Ministero dei Beni culturali. A dare la notizia la deputata megliadina del Pd Giulia Narduolo: “Sono davvero contenta per questo grande risultato e il doveroso ringraziamento va alla sottosegretaria Ilaria Borletti Buitoni, che nel corso dell’ultimo anno ha dimostrato grande interesse nei confronti della nostra città murata”.

Borletti Buitoni aveva visitato la Bassa Padovana lo scorso febbraio e si era trattenuta per oltre un’ora a Montagnana, dove il sindaco Borghesan l’aveva accompagnata in un giro di ricognizione lungo le mura, ad oggi uno dei più importanti esempi di architettura medievale in Europa. Dopo tanti secoli di storia, però, la cinta presenta ora diverse criticità, soprattutto dopo il fulmine che nel 2014 ha colpito una delle torri della parte nord. E così la sottosegretaria, rimasta colpita dalla bellezza del monumento, si era assunta l’onere di cercare risorse per il suo restauro. La solita promessa senza seguito? Non stavolta, a quanto pare.

Tra i 241 interventi inseriti dal Ministero guidato da Dario Franceschini nel programma triennale degli investimenti per il patrimonio c’è, infatti, anche il “consolidamento delle mura di Porta Legnago e Porta Vicenza a Montagnana per 900.000 euro totali”. Il Veneto, in totale, riceverà poco più di 13 milioni di euro spalmati su 17 progetti e la cifra messa a disposizione del Comune della Bassa è una delle più cospicue. Soddisfatta Narduolo: “Un impegno mantenuto per il nostro territorio.”

Salva Articolo

Lascia un commento