Italian Outlook – Speciale Europee: chi votare?

0
150

ELEZIONI EUROPEE: CHI CI RAPPRESENTA IN EUROPA
Flag_of_Europe.svg
Domenica 25 Maggio gli Italiani si recheranno alle urne per eleggere i 73 parlamentari che rappresenteranno il nostro paese al Parlamento Europeo.
L’Italia eleggerà i propri rappresentanti con il sistema proporzionale puro e ogni cittadino ha a disposizione fino a tre preferenze, in sostanza il territorio italiano viene diviso in cinque circoscrizioni, che assegnano un numero di parlamentari proporzionale al numero dei propri abitanti.
È importante ricordare che la soglia di sbarramento per partecipare alla distribuzione dei seggi è del 4% nazionale e la posizione in lista di ogni candidato è indifferente ai fini della distribuzione dei seggi.
In breve, i cittadini sono chiamati a esprimere la loro preferenza tra i partiti politici italiani candidati, i quali possono entrare a far parte (non obbligatoriamente) di un’alleanza partitica sovranazionale composta dai partiti dei paesi dell’Unione, accomunati da un’ideologia e da un piano comune. 
Di seguito l’elenco dei principali partiti nazionali che scenderanno in campo e i loro programmi. Ricordo che lo spirito di Italian Outlook è quello di fornire una conoscenza basilare circa i fatti salienti di attualità e politica, l’argomento trattato è molto vasto e si è preferito soffermarsi sui punti salienti e le principali linee guida dei partiti, chi fosse particolarmente interessato è libero di informarsi in modo più approfondito. (N.B. L’ordine di disposizione delle varie compagini segue i risultati degli ultimi sondaggi: DEMOPOLIS 7 Maggio,SWG 8 Maggio, EUROMEDIA 9 Maggio).
PARTITO DEMOCRATICO
750px-PartitoDemocratico.svg
Il PD ha adottato un programma in linea con quello del Partito Socialista europeo: a favore dell’euro, per una maggiore integrazione europea ed una minore austerità. Sostiene una riforma della BCE per consentire politiche monetarie espansive atte a scongiurare una deflazione (abbassamento generale dei prezzi che in genere porta ad una stagnazione economica).
MOVIMENTO 5 STELLE
MoVimento_5_Stelle_logo
Il M5S è a favore di un referendum circa la permanenza dell’Italia nell’euro, vuole l’abolizione del Fiscal Compact e della regola del pareggio di bilancio, è a favore dell’adozione di eurobond e auspica un’alleanza tra i paesi del Mediterraneo per una politica comune. Attualmente non risulta iscritto a nessun partito europeo.
FORZA ITALIA
750px-Forza_Italia.svg
FI è a favore del mantenimento dell’euro, mentre è molto critica sulle politiche europee imposte dalla Germania. Auspica l’eliminazione del Fiscal Compact per consentire ai paesi europei di sforare il tetto del 3% DEBITO/PIL, vuole una revisione dei maggiori trattati europei. Forza Italia aderisce al Partito Popolare Europeo.
LEGA NORD
Lega-nord-europee
 
La Lega è favorevole all’uscita dell’Italia dall’Euro, per il ripristino della sovranità monetaria nazionale, ha un programma del tutto allineato con le formazioni emergenti della destra euroscettica in Europa (tra i più accreditati il partito francese Front National di Marine Le Pen). Sostiene lo stop immediato all’immigrazione clandestina.
NUOVO CENTRO DESTRA
Nuovo_Centro_Destra
 
NCD è a favore dell’euro e di una maggiore integrazione europea per uno stop delle politiche d’austerity. Auspica ad una maggiore flessibilità del patto di stabilità e una vera unione bancaria e fiscale. Aderisce al Partito Popolare Europeo.
FRATELLI D’ITALIA
fratelli_italia
Fratelli d’Italia è una formazione tipicamente di destra euroscettica, che recentemente si è detta a favore dell’uscita dell’Italia dall’euro, favorevole al ripristino della sovranità monetaria. Vuole la sospensione dei trattati e dell’adesione dell’Italia al Fiscal Compact.
L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS
Altra_Europa
Questa è una formazione di sinistra radicale, a favore del mantenimento dell’euro, ma per un radicale cambiamento in senso solidaristico nella UE. Mira ad un forte cambiamento dell’Europa, ha come obiettivo finale una Costituzione scritta dai popoli, con l’immediata fine dell’austerità. Vorrebbe fossero redatti fondi strutturali per creare possibilità d’impiego per i cittadini, se i limiti fiscali degli stati membri sono stretti, i contributi nazionali dovrebbero essere azzerati. Aderisce alla Sinistra unitaria d’Europa.
SCELTA EUROPEA
Scelta europea
Scelta Europea è un gruppo di partiti ( Centro Democratico, Scelta Civica, Fare per Fermare il Declino) di matrice liberale e fortemente pro-euro. Sostiene un’Europa federale vicina alle imprese e contro la burocrazia. Spera in una riforma del sistema finanziario dell’Unione, in modo che nessun Paese contribuisca in maniera sproporzionata. Per mantenere i conti in ordine tutti gli Stati dovranno revisionare i conti pubblici. Aderiscono all’Alleanza dei Democratici e Liberali per l’Europa.
ITALIA DEI VALORI
IDV
IDV auspica ad una maggiore flessibilità dell’euro e del Fiscal Compact e vuole un’Europa che abbia al centro la solidarietà e contrasti fortemente gli squilibri macroeconomici e la speculazione finanziaria. Aderiscono all’Alleanza dei Democratici e Liberali per l’Europa.
GREEN ITALIA-VERDI EUROPEI
Green_Italia_-_Verdi_Europei
I Verdi sono favorevoli a un patto per lo sviluppo nel segno di un uso sostenibile delle risorse naturali, dell’impegno per salvaguardare gli equilibri del clima e degli ecosistemi,dell’equità sociale.  In pratica i Verdi sono a favore dell’euro, per una maggiore integrazione europea, e per un cambiamento delle politiche europee in senso ambientalista. Aderiscono al Partito Verde Europeo.
Maverik Allegro