Franceschini: «Il problema del maxi centro commerciale è alla mia attenzione»

Il ministro dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo ha incontrato il presidente dell'Ascom Padova Patrizio Bertin. Continua la battaglia contro la costruzione del centro da 32 mila metri quadri

772

PADOVA. «Ho preso visione della vostra corposa documentazione e il problema è alla mia attenzione». Queste le parole di Dario Franceschini, ministro dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, a Padova per inaugurare la nuova illuminazione della Cappella degli Scrovegni, durante l’incontro con Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom Padova. Il numero uno dell’associazione di commercianti ha voluto porre all’attenzione del ministro la questione relativa al progetto del maxi centro commerciale previsto a Due Carrare, contro la cui realizzazione Ascom (e non solo) stanno lottando da settimane.

«A Franceschini ho esposto i termini della vicenda che, per quanto ci riguarda e come abbiamo detto a più riprese, non è solo una questione di economia (centinaia di negozi in un raggio di decine di chilometri costretti a chiudere), ma anche ambientale (cementificazione del territorio) e culturale» puntualizza Bertin. «La costruzione di un manufatto di tali proporzioni giusto in faccia al Castello del Catajo è una scelta che non può essere lasciata nella disponibilità dell’Amministrazione di Due Carrare, ma che merita il coinvolgimento di qualsiasi altro ente o istituzione che abbia a cuore l’eredità della nostra cultura. La nostra battaglia continua a tutti i livelli e il rallentamento al quale stiamo assistendo a livello di iniziative da parte del Comune carrarese ci induce a ben sperare» conclude il presidente provinciale dell’Ascom.

Salva Articolo

Lascia un commento