Este, polemica sul bike sharing. “Bici scomparse e scarsa manutenzione”

373

11151026_10205724263978643_5472283163665241318_nUn progetto importante che, però, rischia di naufragare molto presto. E’ il bike sharing, la condivisione di biciclette pubbliche, uno dei principali strumenti di mobilità sostenibile a disposizione delle amministrazioni. A Este il servizio, attivo ormai da diversi anni, viene utilizzato soprattutto dai pendolari per raggiungere la stazione ferroviaria. Negli ultimi tempi, tuttavia, la qualità dei mezzi pare essere notevolmente peggiorata, tanto che più di qualcuno avrebbe deciso di spostarsi in altri modi.

I problemi, denunciano i cittadini, sono parecchi: dai sellini divelti alle catene distrutte, dalle postazioni che risultano addirittura prive di biciclette fino alle fitte ragnatele formatesi sui manubri, triste testimonianza di un uso quantomai limitato. Oltre ai disagi per i pendolari, l’immagine offerta ai visitatori non è certo delle migliori, per una città che fa del turismo una voce non trascurabile della propria economia. A fronte del prolungato stato di totale abbandono in cui versano i mezzi, alcuni arrivano a chiedere la dismissione del servizio.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere comunale (e candidato al Consiglio regionale con la lista Tosi) Carlo Zaramella: “A Giancarlo Piva che oggi pedala in bicicletta per la campagna elettorale, consiglio di usare le biciclette del bike sharing di Este e di passare per via Scamozzi e altre vie che da anni aspettano una asfaltatura” scrive ironicamente l’ex leghista su Facebook. “Alla fine, siccome sarà stato costretto ad andare a piedi, potrà riposarsi comodamente su una panchina.”

Salva Articolo

Lascia un commento