Este, passa in Consiglio la mozione sulla sicurezza. Via libera alla nuova caserma dei carabinieri

265

sfondi_este_068La politica locale prende posizione contro l’escalation di reati registrata negli ultimi mesi. Il Consiglio comunale di Este ha infatti approvato all’unanimità la mozione sulla sicurezza promossa da Pdl e Lega, che impegna l’Amministrazione comunale, tra le altre cose, a valutare lo stanziamento di ulteriori risorse per la lotta alla criminalità.

Il testo originario del documento chiedeva di sensibilizzare Governo, Parlamento e sindaci sulla questione. Il Consiglio, però, ha approvato un emendamento proposto da Carlo Zaramella (Lega) che chiede alla Giunta di adottare provvedimenti concreti, come l’aumento delle telecamere di videosorveglianza in città e l’impiego della polizia locale per controlli notturni sul territorio.

Soddisfazione trapela dai banchi dell’opposizione. “La cosa più grave è che le continue violazioni di proprietà privata hanno un impatto psicologico devastante sui cittadini, generando paura e insicurezza. Alla crescente diffusione di questi sentimenti noi amministratori abbiamo il dovere di dare una risposta” ha spiegato Sergio Gobbo (Pdl). Concorde l’ex sindaco Vanni Mengotto: “L’aumento della criminalità è innegabile, depenalizzazione dei reati tenui e decreto svuotacarceri sono scelte sbagliate che creano l’immagine di un Paese dove è facile delinquere.” Raggiante Zaramella, che promette: “Vigileremo sull’attuazione delle iniziative.”

Nel corso della seduta il primo cittadino Giancarlo Piva ha illustrato alcuni interventi già in programma. Il 19 febbraio a Este si riunirà il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto. E’ stata poi inoltrata alla Questura una richiesta di accertamento sui soggetti che ogni mattina arrivano in treno da Padova per dedicarsi ad attività di accattonaggio nel centro storico. Infine a breve si terranno due incontri informativi con le Forze dell’Ordine, uno destinato ai commercianti della città (10 febbraio) e uno rivolto all’intera cittadinanza (13 febbraio). Novità anche per quanto riguarda la nuova caserma dei carabinieri: risolti gli intoppi burocratici, domani avverrà la consegna delle chiavi. Nel giro di poche settimane dovrebbe compiersi il trasloco con l’addio alla vecchia struttura di via San Martino.

Salva Articolo

Lascia un commento