Este, enorme macchia d’olio sul pavimento di Piazza Maggiore

296
(L'enorme macchia di olio e salamoia in Piazza Maggiore)
(L’enorme macchia di olio e salamoia in Piazza Maggiore)

Sabato e domenica la Piazza Maggiore di Este ha ospitato una mostra mercato dedicata alla presentazione dei prodotti tipici delle varie regioni italiane, manifestazione organizzata da Confesercenti e giunta all’ottava edizione. Qualcosa, però, sembra essere andato storto nello stand siciliano: una volta rimossa la bancarella, sulla piazzola è comparsa un’enorme macchia d’olio. Le foto della chiazza sono state pubblicate nel gruppo Facebook “Este Padova Italy“, la piazza virtuale più attiva del centro atestino. Immediata l’indignazione e soprattutto la preoccupazione degli iscritti, che temono danni irreparabili per il proprio “liston”.

Sulla vicenda è intervenuto Carlo Zaramella, consigliere di opposizione con la Lista Tosi, che sul proprio profilo Facebook ha duramente stigmatizzato il comportamento degli espositori: «Fuori subito il nome del responsabile che ha “organizzato” e seguito per conto del Comune di Este questo evento e si chieda un immediato risarcimento a colui che ha ridotto, senza rispetto alcuno per la città che lo ha ospitato, la nostra piazza in queste condizioni: non sia più ammesso ad alcuna manifestazione di Este». Tra i commenti del post c’è anche quello di Davide Berton, di Confesercenti, l’organizzatore dell’iniziativa, che spiega: «Durante l’allestimento avevamo posizionato sotto tutti i banchi un tappeto di plastica, ponendo particolare attenzione a quello posizionato in tale posto vista la merceologia: olive. Durante la fase di disallestimento qualcosa è andata storto. Chiedo scusa a tutti per il disguido, con ammenda di rimediare tempestivamente».

Più morbido nel giudizio Matteo Pajola, assessore allo sviluppo economico, al turismo e ai gemellaggi. «Chiaro che non è gradevole vedere la piazza in queste condizioni, ma si è trattato di un incidente, il primo in 8 anni. Domenica sera si è rotto un contenitore di salamoia e gli espositori non sono intervenuti immediatamente perché non avevano i mezzi per pulire. Ieri hanno chiamato per scusarsi e oggi pomeriggio una ditta specializzata, da loro incaricata, pulirà la piazzola. Chiaramente se durante il sopralluogo i vigili scopriranno che non hanno adempiuto alle prescrizioni indicate, verranno sanzionati. Ma non mi sembra il caso di criminalizzare».

Salva Articolo

Lascia un commento