Elezioni Politiche 2018, il programma di Italia agli Italiani

Il programma di Italia agli Italiani alle prossime elezioni politiche di domenica 4 marzo 2018

5744

Il partito

Italia agli Italiani è un movimento politico nazionalista che afferma di rifiutare l’omogeneizzazione in un mondo globalizzato e senza identità. Ha posizioni di estrema destra e dichiara di volersi battere contro «il crollo demografico, l’invasione degli extracomunitari, l’islamizzazione progressiva, la paura e l’insicurezza delle città, la devastazione dello Stato sociale, la disintegrazione della famiglia, l’esaltazione dell’antinaturale con l’ufficializzazione del gender, la cancellazione della libertà di scelta da parte dei popoli europei di fronte a organismi internazionali burocratici e parassitari». Sostiene la necessità di un risveglio degli italiani per «riconquistare la nostra patria, riportare la giustizia, salvare la nostra cultura cristiana, ricostruire lo Stato sociale».

Il programma

Di seguito i punti principali del programma elettorale di Italia agli Italiani, che è possibile consultare integralmente cliccando qui.

  • Immigrazione. Italia agli Italiani ritiene prioritario bloccare i flussi migratori, impedire lo Ius Soli, la costruzione di nuove moschee, l’assegnazione di case e posti di lavoro agli immigrati, avviare il rimpatrio degli extracomunitari cominciando dagli irregolari, da quelli che si sono resi responsabili di reati e di propaganda islamista. Le leggi attuali sull’accoglienza e l’asilo politico vanno riviste drasticamente in senso restrittivo e sessun extraeuropeo ha il diritto di entrare nel territorio italiano senza motivo e permesso preventivo.
  • Politiche sociali e del lavoro. Creare un ente statale totalmente pubblico che garantisca a ogni famiglia italiana il diritto alla casa, riconosciuto come primario e fondamentale. Realizzare nuovi quartieri a misura d’uomo (costruzioni con fondi pubblici, case rivendute a prezzo di costo, spazi e verde a misura di famiglie, bioarchitettura tradizionale e bassa densità abitativa) e istituire il Mutuo Popolare, senza banche, interessi e usura. Bloccare subito tutti gli sfratti a danno di cittadini italiani. Cancellare il jobs act e la riforma Fornero, aumentare le pensioni minime e abbassare le tasse. Ripristinare l’originario articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e le garanzie a tutela dei lavoratori. Nazionalizzare tutte le imprese strategiche.
  • Sovranità nazionale. Portare avanti l’uscita dell’Italia da Ue, Euro e Nato, affermando una politica di amicizia e collaborazione con la Russia. Nazionalizzare la Banca d’Italia e creare una Moneta di Popolo dichiarata proprietà dei cittadini, che non viene prestata e quindi non crea debito o inflazione. Attuare una politica contraria alle delocalizzazioni e favorire il ritorno in Italia delle aziende già delocalizzate. Rilanciare l’Iri per che ridare slancio a tutta l’economia italiana. Tutti i cittadini incensurati e in possesso di requisiti psicofisici possono detenere un’arma e hanno il diritto di difendere la casa e la famiglia.
  • Famiglie. Introdurre un reddito alle madri, una riduzione progressiva delle tasse alle famiglie che crescono con l’aumento dei figli, una vera e propria politica statale di investimento sui figli. Abrogare le attuali leggi abortiste e fermare la propaganda gender nelle scuole. Dare sostegno alla maternità fino alla maggiore età del figlio, prevedere bonus per la nascita di figli di entrambi genitori italiani, asili nido gratuiti per madri a basso reddito, la concessione di libri e materiale didattico gratuiti agli studenti della scuola dell’obbligo. Aiutare economicamente le giovani coppie appena sposate.

Clicca qui per leggere i programmi di tutti i partiti
Clicca qui per conoscere i candidati di Camera e Senato di tutte le liste in corsa
Clicca qui per sapere come si vota e come funziona il “Rosatellum bis”, la nuova legge elettorale

Salva Articolo

Lascia un commento