Elezioni Politiche 2018, il programma di Insieme

Il programma di Insieme alle prossime elezioni politiche di domenica 4 marzo 2018

8518

Il partito

La lista “Insieme – Italia Europa” nasce in vista delle elezioni politiche 2018, e si dichiara di ispirazione ulivista. È formata dalla congregazione di Partito Socialista Italiano, Federazione dei Verdi e Area Civica, e fa parte della coalizione di centrosinistra capitanata dal Partito Democratico. Il gruppo ha l’obiettivo di rimarcare l’importanza di una sinistra unita, anche in risposta ai movimenti di divisione che hanno colpito il gruppo di Renzi, e di proporsi come alternativa all’insieme di «forze politiche populiste che sanno cogliere il voto di protesta, ma non sanno governare». L’ex-premier Romano Prodi ha dichiarato massimo sostegno al gruppo.

Il programma

La lista ha un forte richiamo all’Unione Europea, considerata un progetto positivo e fondamentale per la condivisione di pace, valorizzazione delle diversità e diritti. Grande importanza è data all’ecologia, vista come modus operandi che sia da principio nell’economia e nello stile di vita, per combattere i cambiamenti climatici e l’inquinamento. Il programma politico, visibile nel sito ufficiale, presenta più temi che riguardano Europa, ambiente, lavoro e crescita, più diritti e meno discriminazioni. Presentiamo di seguito i contenuti principali:

  • Unione Europea. Attuazione di tutte le direttive non ancora percepite dall’Italia, con il relativo calo delle procedure di infrazione; elezione diretta a suffragio universale del presidente della Commissione europea; forte richiamo all’Unione Europea e alla comunità internazionale per una stabilizzazione del governo libico e per la promozione dello sviluppo dei paesi africani; richiesta di investimenti per l’integrazione culturale dei migranti; rivisitazione dell’accordo di Dublino.
  • Rinascita del sistema produttivo e delle imprese italiane. Creazione di un “Green New Deal”, con incentivi per gli investimenti nel settore dell’energie rinnovabili, recupero e riutilizzo delle acque reflue in impieghi irrigui, e incoraggiando il riciclo dei materiali e la riduzione degli imballaggi e plastiche.
  • Welfare e Piano casa. Accessi gratuiti agli asili pubblici e sussidi a famiglie con prole; approvazione dello Ius Soli; aumento del Fondo per i centri anti violenza contro il femminicidio; sostegno alle persone disabili; attivazione di un nuovo “Piano casa” senza consumo del suolo che metta sul mercato alloggi in affitto calmierato.
  • Ambiente. Definizione di un Piano Clima Energia che allinei l’Italia con gli accordi di Parigi e che avvii celermente il Paese verso le fonti rinnovabili, riducendo la dipendenza dalle fonti fossili; puntare sull’industria per la costruzione di auto elettriche e la conseguente incentivazione fiscale; divieto di circolazione ad auto con motore diesel o benzina a partire dal 2035.
  • Uguaglianza di genere. Incentivo dell’imprenditoria femminile grazie ad appalti pubblici; introduzione di incentivi per il rientro al lavoro dopo la maternità; introduzione di un mese di congedo obbligatorio di paternità, retribuito nella stessa misura di quello materno, da fruirsi entro il primo anno di vita del bambino; informativa esplicita sulle
    dinamiche e i compensi del personale divisi per genere.

Clicca qui per leggere i programmi di tutti i partiti
Clicca qui per conoscere i candidati di Camera e Senato di tutte le liste in corsa
Clicca qui per sapere come si vota e come funziona il “Rosatellum bis”, la nuova legge elettorale

Salva Articolo

Lascia un commento