Caso don Orlando, botta e risposta tra il consigliere Balbo e il Pd

L'esponente di "Este Viva-Este Con Te" contro l'ex sindaco Piva: sua astensione atteggiamento pilatesco. La replica: attacchi bassamente personali

621

ESTE. Non si placano le polemiche dopo lo stop del Consiglio comunale al conferimento della cittadinanza benemerita a don Orlando Zampieri. Sul caso si registra l’intervento del consigliere Emanuele Balbo (lista Este Viva – Este Con Te), che attacca l’ex sindaco Giancarlo Piva: «Lui, parrocchiano di Calaone, cinque giorni dopo aver ostentatamente partecipato alle celebrazioni di Santa Tecla in duomo, ha negato il conferimento della cittadinanza benemerita a don Orlando, al quale nei suoi dieci anni di potere non aveva perso occasione di tributare pubblicamente stima e riconoscenza».

Il capogruppo del Pd giovedì scorso in Consiglio si era astenuto, mentre la collega Ruzzon aveva espresso il proprio no. Ma Balbo non ha dubbi: «La scelta di Piva equivale in concreto a un voto contrario, non avendo nemmeno il coraggio di dichiarare apertamente la propria decisione, con un atteggiamento pilatesco che non ha incantato nessuno». Prosegue il consigliere di Este Viva-Este Con Te: «Il comunicato diffuso dal Pd sulla questione sancisce pubblicamente che i suoi consiglieri non votano sulla bontà o meno dei provvedimenti, ma solo sul nome di chi li propone». Secondo Balbo, con questa mossa Piva rischia inoltre di «giocarsi il favore di una parte dell’elettorato cattolico» in vista di una «ennesima rincorsa ad una prestigiosa poltrona istituzionale».

Secca la replica del Pd: «Il consigliere Balbo ancora una volta dà dimostrazione di totale ignoranza istituzionale con attacchi bassamente personali, incapace com’è di argomentare le proprie posizioni nelle opportune sedi in maniera democratica e rispettosa. Ci rammarichiamo che persone che hanno il dovere di occuparsi del bene comune, anziché impegnarsi in questo, interpretino il loro mandato come un lasciapassare per offendere e attaccare chicchessia».

Salva Articolo

Lascia un commento