Carceri, il sindaco Businaro interviene a “Piazza Pulita” su La7

280
(www.vanityfair.it)
(www.vanityfair.it)

Il primo cittadino di Carceri Tiberio Businaro è intervenuto ieri sera nel corso della trasmissione televisiva “Piazza Pulita” in onda su La7 e condotta da Corrado Formigli. In collegamento da Isola Rizza (Vr) assieme ai colleghi di altre località venete, ha denunciato la difficile situazione in cui versano gli enti locali a seguito delle decurtazioni di risorse volute dal Governo. Tra gli ospiti presenti in studio al momento dell’intervento anche il segretario generale della Fiom Maurizio Landini, il giornalista Oscar Giannino e il deputato del Pd Andrea Romano. 

La padrona di casa Elisa De Berti, sindaco della cittadina veronese e già ospite di del programma nella puntata della scorsa settimana, ha puntato il dito contro i tagli lineari che condannerebbero in modo indiscriminato anche i comuni virtuosi. Businaro, interpellato dall’inviato di Piazza Pulita, ha rincarato la dose: “Noi amministratori non abbiamo più le risorse per provvedere alla manutenzione delle strade, ma continuiamo ad avere le stesse responsabilità di prima” ha spiegato. “Se disgraziatamente dovesse verificarsi qualche incidente, è giusto che sia lo Stato a risponderne. Per questo sono stato promotore di una diffida contro il Presidente della Repubblica. Volete sapere la cosa buffa? Scrivendo al Quirinale ho scoperto che non possiede neppure la posta certificata. Le regole valgono solo per noi.”

I sindaci si sono presentati davanti alle telecamere esibendo dei cartelli dove elencavano i servizi che allo stato attuale non sarebbero più in grado di garantire: dalle opere pubbliche destinate a rimanere incompiute all’aumento delle rette scolastiche a carico delle famiglie, passando per la sospensione dei progetti a favore delle fasce più deboli della società. Continua dunque la battaglia degli enti locali nei confronti dello Stato centrale: la sensazione, al momento, è che le posizioni rimangano piuttosto distanti.

 

Salva Articolo

Lascia un commento