Bovolenta, la Pittarello vince la sfida a 5: è lei il nuovo sindaco

825
(Foto della squadra a supporto del neosindaco Anna Pittarello)
(Foto della squadra a supporto del neo sindaco Anna Pittarello)

Oltre che per le Regionali, il 31 maggio i cittadini di ben sei Comuni del padovano sono stati richiamati alle urne per riassettare la nuova giunta comunale. Sono stati chiamati al voto 2859 bovolentani che hanno risposto in modo ottimale a livello di affluenza: il 71,70% degli aventi diritto si è presentato nei seggi tra le 7 e le 23 di domenica. Dato positivo – seppur in calo – se paragonato alle elezioni del 2010 quando il flusso elettorale si aggirava al 78%.

Bovolenta da record nelle Amministrative 2015. Sono ben cinque le liste che si sono date battaglia domenica, ma solo una ha primeggiato su tutte: Bovolenta Viva. La lista civica capitanata da Anna Pittarello, da anni all’opposizione, col 32,14% dei voti ha battuto l’ex vicesindaco Emiliano Baessato (26,17%) e il sindaco uscente Vittorio Meneghello (21,92%). Tra i tre membri della vecchia giunta comunale è subito stato un feroce testa a testa, tanto da staccare sin dal principio le altre due liste guidate da Rosanna Zanettin (11,40%) e Antonio Sorgato (8,34%). Dopo uno scrutinio durato più di quattro ore, alle 18.24 del 1° giugno arriva l’ufficialità della vittoria di “Bovolenta Viva” che, guadagnando 8 seggi sui 12 presenti, si prende la rivincita nei confronti delle coalizioni di centrodestra che nella scorsa elezione amministrativa avevano avuto la meglio.

I dati finali parlano chiaro e la neo sindaco esprime tutta la sua gioia: “Grazie al duro sacrificio della mia squadra e col sostegno dei giovani si può ricominciare. Adesso è tempo di cambiare pagina. Parola d’ordine? Ripartire“. La Pittarello continua: “La nostra è stata una vittoria sudata, frutto di un lavoro durato diversi anni. E’ una svolta per Bovolenta: abbiamo decisamente abbassato l’età del consiglio amministrativo. Senza dubbio ci sono volti, idee e ossigeno nuovi”. Sul futuro dichiara: “Con noi ci saranno occasioni per far ripartire questo paese mediante l’istituzione di aggregazioni, servizi e attività. Il nostro obiettivo è riportare in vita il centro della nostra Bovolenta“.

Commenta l’esito elettorale anche il sindaco uscente Vittorio Meneghello: “Ho messo il mio tempo e la mia persona a disposizione del Comune poiché c’erano alcuni obiettivi da raffinare e concludere come la casa di riposo, gli ambulatori medici e la viabilità. La sconfitta? Purtroppo ci siamo divisi come gruppo e con noi il nostro elettorato. Il nostro serbatoio elettivo si è distribuito in quattro liste e a guadagnarne è stata la lista della Pittarello“. L’ex sindaco ci rivela poi che già da domani presenterà le dimissioni perché non si ritiene un uomo da opposizione: “Non sono mai stato un oppositore: mi sono sempre proposto per qualcuno, mai contro”. Finisce così, dopo 16 anni, l’attività politica a Bovolenta di Meneghello che augura buona fortuna ai propri concittadini e ai giovani.

Salva Articolo

Lascia un commento