Sicurezza stradale, contributi regionali in arrivo per diversi Comuni della Bassa

Tra i beneficiari ci sono Arre, Agna, Arquà, Villa Estense, Saletto, Casalserugo, Stanghella, Pontelongo, Anguillara, Tribano e Boara Pisani. L'assessore De Berti: «Man mano che si renderanno disponibili nuove risorse scorreremo la graduatoria»

809

VENEZIA. Ci sono anche diversi Comuni della Bassa Padovana tra i beneficiari dei sei milioni e 430 mila euro stanziati dalla Regione per finanziare interventi di messa in sicurezza delle strade del Veneto. Giovedì mattina l’assessore ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture Elisa De Berti ha firmato a Palazzo Balbi gli Accordi di Programma con 35 sindaci. Grazie ai contributi messi a disposizione dopo l’approvazione della graduatoria relativa al bando del 2016, saranno realizzate opere per un totale di 15 milioni di euro.

«La Legge regionale 39/1991 prevede la possibilità di finanziare interventi sulla mobilità comunale nella misura massima dell’80% della spesa prevista» spiega De Berti, che non rinuncia a mandare una frecciatina al Governo. «Nonostante siamo costretti a fare i conti con risorse sempre più esigue e con un bilancio asfittico a causa dei tagli statali, continuiamo, non senza problemi ma con assoluta convinzione, a privilegiare rispetto ad altri investimenti quelli sulla sicurezza. Non è stato possibile finanziare le oltre 220 domande del 2016 ritenute ammissibili, ma man mano che si renderanno disponibili nuove risorse scorreremo la graduatoria».

Per il momento la priorità è stata data ai tratti dove negli ultimi tre anni si sono verificati più incidenti. Incidenti che comunque, in base alle elaborazioni dell’Ufficio Statistica della Regione sugli ultimi dati completi disponibili, cioè quelli del 2015, in Veneto risultano diminuiti. Sono stati infatti rilevati dagli organi di polizia 13.867 incidenti (-0,7% sul 2014 e -10,9% sul 2011), di cui 303 mortali (-1% e -13,9%), con 315 morti (-3,1% e -14,6%) e 19.156 feriti (-1,8% e -11%): numeri migliori rispetto a quelli nazionali riferiti allo stesso periodo. Sinistri in calo anche nella provincia di Padova, nonostante siano purtroppo aumentati i decessi (+15,7%).

Nel dettaglio, i Comuni della Bassa che beneficeranno dei contributi sono: Arre (quasi 200 mila euro per la rotatoria tra via Sorgaglia e Sr104), Agna (198 mila euro), Boara Pisani (189 mila euro per la realizzazione di due rotatorie in corrispondenza degli incroci di via Primo Maggio e per la ristrutturazione degli incroci Ponterosso e via Bragante), Stanghella (153.400 euro per interventi in corrispondenza delle intersezioni a raso tra strade comunali e la statale Adriatica, e per altri lavori), Anguillara (147.500 euro per la messa in sicurezza dell’incrocio tra via Nuova e via Rovere con la Sp92 e percorsi pedonali e ciclabili lungo via Roma e via Santo), Tribano (143.840 euro per la realizzazione di un nuovo tratto di strada tra via Germana e via Deledda), Pontelongo (197.565 euro per la realizzazione di una nuova rotatoria sulla regionale “Piovese” in corrispondenza di via Dante Alighieri e via Villa del Bosco), Villa Estense (197.200 euro per la realizzazione di percorsi pedonali protetti), Saletto (176.700 euro per interventi di moderazione del traffico), Casalserugo (quasi 200 mila euro per la realizzazione di una rotatoria sulla Sp3) e Arquà Petrarca (198.686 euro per la messa in sicurezza della “Madonnetta”).

Salva Articolo

Lascia un commento