“Tutti Fancalcio”, a Casale il primo torneo per ragazzi con disabilità

Cinque le squadre che parteciperanno alla manifestazione di sabato, interamente composte da ragazzi affetti da sindrome di Down o con disabilità a seguito di un'amputazione

873

CASALE DI SCODOSIA. Si chiama “Tutti Fancalcio” il torneo in programma sabato 10 giugno presso gli impianti sportivi comunali di Casale di Scodosia. Due campi da calcio a 5 verranno appositamente allestiti per ospitare una competizione tra cinque squadre composte da ragazzi affetti da sindrome di Down o con disabilità a seguito di un’amputazione: parteciperanno la Cooperativa Sociale “Crescere Insieme” di Montagnana, l’Anffas di Lonigo, l’Irea Morini Pedrina di Este, il Football Team Anffas di Treviso e una rappresentativa da Camposampiero nata dal progetto di Simone Pajaro, ex calciatore di giovanili professionistiche, tra cui il Parma. Le partite si svolgeranno alla mattina, tra le 9.30 e le 11.30; a seguire, premiazioni e pranzo di gruppo in Villa Correr, a cura della Pro Loco di Casale di Scodosia. In caso di maltempo le gare verranno giocate all’interno della tensostruttura di Urbana.

L’evento, nato dalla sinergia tra il “Gruppo Noi Giovani d’Oggi” e il “Gruppo Giovani Casalesi“, si inserisce all’interno di una struttura già esistente di tornei, promossi dall’Avis e riservati a ragazzi normodotati della categoria Esordienti. Quest’anno il torneo riservato agli Esordienti 2005 si giocherà nella giornata nel 17 giugno; gli Esordienti 2004, invece, scenderanno in campo durante le sere del 19, 21 e 23 giugno.

Salva Articolo

Lascia un commento