L’Atestina Superbike si veste a festa per il decennale

Domenica prossima il via alla gara, che annovera già oltre 800 iscritti e prevede un tragitto di 44 chilometri. Nel percorso anche tratti molto duri come "Il Muro" e il "Dente del Diavolo". Tra gli ospiti Cristiano Militello e Paolo Franceschini

828

ESTE. La competizione sportiva calata nella splendida cornice dei Colli Euganei, ma anche la comicità, la cultura e la solidarietà. L’Atestina Superbike compie dieci anni e lo fa portando a Este una serie di appuntamenti. La kermesse esordirà sabato 10 giugno alle ore 16 presso il Paleste, dove si terrà un convegno sull’alimentazione nello sport, curato dallo staff di ProAction, aperto alla cittadinanza e a tutte le società sportive del territorio. Sempre sabato, alle ore 21 in Piazza Maggiore si svolgerà la seconda tappa del live di “Riso fa buon sangue”, lo spettacolo che dal 2010 promuove la donazione del sangue. Sul palco saliranno l’inviato di “Striscia la Notizia” Cristiano Militello, la vicentina Giusy Zenere, Maurizio Bronzini, Paolo Favaro, Davide Stefanato, Enrico Nadai, la Righea Big Band e le Foxi Ladies; a condurre sarà lo showman Paolo Franceschini. La serata è organizzata in collaborazione con l’Avis comunale di Este che festeggia il 70° anniversario, con il patrocinio del Comune di Este e la partnership di Atestina Superbike 10th Edition.

La manifestazione entrerà nel vivo domenica 11 giugno, quando alle ore 10 in via Matteotti scatterà la gara vera e propria, inserita nel circuito nazionale Italian MTB Awards. Già 800 gli iscritti, tra cui numerosi atleti di spessore nazionale e internazionale. Il percorso, spiega Gianluca Barbieri, “mente” dell’evento assieme a Roberto Palma, «sarà molto tecnico ma anche divertente. La lunghezza si aggira intorno ai 44 chilometri per un dislivello pari a 1500 metri, con paesaggi incantevoli che rendono l’Atestina unica e straordinaria». Previsti tratti particolarmente duri, come il famigerato “Dente del Diavolo” o il cosiddetto “Muro”, che costringerà i bikers ad affrontare una pendenza del 27%: sarà qui che, secondo gli esperti, si deciderà la lotta per le prime posizioni. Imponente la macchina organizzativa, che ha richiesto l’impegno di 380 persone. Alla partenza saranno presenti anche Cristiano Militello e Paolo Franceschini. L’anno scorso i partecipanti furono più di 700. Nella categoria maschile la vittoria andò al veterano Leonardo Paez, davanti a Pietro Sarai e Francesco Casagrande. Tra le donne a trionfare fu Maria Cristina Nisi, precedendo al traguardo Nicol Guidolin e Alice Lunardini.

Per l’occasione Este aprirà ai turisti le porte dei monumenti e dei siti di maggiore interesse storico e culturale. Sabato e domenica grazie alla collaborazione dell’associazione Alicorno saranno ad ingresso gratuito la Porta Vecchia, il Mastio del Castello, la Torre del Soccorso e la Chiesa della Beata Vergine della Salute. Gli orari sono disponibili qui. Alle ore 17 di entrambi i giorni si potrà effettuare anche la visita guidata all’area archeologica di via Santo Stefano, curata da Studio D. L’accesso in questo caso richiederà il contributo ridotto di due euro.

Salva Articolo

Lascia un commento